Rassegna stampa di un edicolante campobassano: "Si è dimessa la Camusso. Viva la Camusso"

Rassegna stampa di un edicolante campobassano: "Si è dimessa la Camusso. Viva la Camusso"

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
Rassegna StampaCAMPOBASSO. Antonio, detto Ndò, si è presentato pure stamane. Capello sconvolto, camicia a maniche corte e braccia pelose in bella vista. La faccia di chi ha combattuto col caldo per tutta la notte. Non potevo quindi  lasciarmi sfuggire questa storica occasione. Lui, che non sputa mai per terra, sempre a pontificare sulla politica locale e nazionale, si è fermato al “Ciao Giangià”. Bene, stavolta allora parlo io: “Hai saputo delle dimissioni della segretaria Cgil?”. Antonio a quel punto ha avuto come uno scatto di orgoglio e ha recuperato in un attimo le forze di un tempo: “Eh sì che ho visto. Ma guarda Giangià, è una questione di stile. In questo Paese nessuno si dimette, lei lo ha fatto. Tando di cappello! Prendi Berlusconi, quello faceva le orge e sta ancora là che comanda. Ma la Camusso è una signora. Un altro livello!”. La Camusso? “Antò, ma io parlo di Erminia Mignelli”. Il suo volto stanco ha assunto subito le sembianze di un punto interrogativo. “Giangà devo andà, s’è fatto tardi”. E oggi manco il giornale si è comprato.

                                                                                                                                       giangiacomo luperini, il vostro edicolante di fiducia

Privacy Policy