Sviluppo aree interne, la proposta delle associazioni

Sviluppo aree interne, la proposta delle associazioni

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Analizzare il rapporto tra scuola e territorio per definire una progettualità condivisa che condizioni l'imminente futuro dell'area. Con questo obbiettivo i soci di 'Tradizione e sviluppo' di Agnone organizzano un convegno in programma lunedì 30 giugno alle 17 presso il Teatro Italo Argentino


AGNONE. Partire dal rilancio della scuola come riferimento sociale per lo sviluppo e la crescita del territorio dell'area interna dell'Alto e Medio Sannio, la zona territoriale che ruota intorno alle città di Agnone, Frosolone e Trivento. È questa la sfida lanciata dall'associazione 'Tradizioni e sviluppo', un gruppo coeso di professionisti e imprenditori con l'obiettivo di migliorare e potenziare i servizi del territorio a partire dalla cultura e dall'identità locale. Sarà questo il focus del convegno, in programma lunedì 30 giugno alle 17 presso il Teatro Italo Argentino di Agnone, che mira alla creazione concreta di una nuova progettualità condivisa.
Obiettivo dei soci è "creare le condizioni per uno sviluppo integrato di servizi e opportunità e porre le basi per una nuova cultura funzionale alle esigenze del territorio e alle sue disparate potenzialità". L'associazione punta per questo sulla scuola, "il luogo dove si formano le nuove generazioni e il posto in cui si sviluppano esperienze e dove vanno stimolate attività extrascolastiche che creino i presupposti per migliorare la vita sul territorio, dando nuova linfa a iniziative e servizi".
Scopo dell'iniziativa è, infatti, analizzare il rapporto tra scuola e territorio, in modo tale da definire proposte concrete che condizionino l'imminente futuro dell'area tracciando in modo pratico lo sviluppo socio-economico.
Secondo i promotori occorre dunque puntare su "la collaborazione e le idee non solo di chi è già dentro l'istituzione scolastica, ma anche del mondo produttivo, sociale e imprenditoriale, che può interagire e costruire con essa le basi di un nuovo futuro". Le proposte riguardano nuovi servizi per la scuola, una rete di trasporti più efficace, possibilità di vivere al meglio le opportunità offerte dal territorio, capacità di sfruttare le grandi potenzialità ambientali e culturali esistenti (dall'agroalimentare all'artigianato, dalla zootecnia alla natura, turismo e archeologia, sport invernali ecc.) e valorizzare i punti di forza del territorio.
Il convegno al Teatro Italo Argentino sarà, dunque, l'occasione per analizzare il contesto sociale, culturale ed economico e avanzare proposte che puntino concretamente al rilancio del territorio a partire dalle caratteristiche potenzialmente valorizzabili.

Privacy Policy