Neuromed: comincia oggi la settimana della scienza

Neuromed: comincia oggi la settimana della scienza

Valutazione attuale: 1 / 5

Stella attivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Con l’arrivo dei primi studenti nei centri di ricerca di Pozzilli e Caserta parte la grande manifestazione che porterà alla Notte Europea dei Ricercatori 2018


POZZILLI. È iniziato questa mattina l’incontro tra studenti e mondo della ricerca. Gli autobus dai quali sono scesi i ragazzi delle scuole superiori del territorio hanno segnato il punto di partenza di una settimana tutta dedicata al dialogo tra scienza e cittadini. È così che il progetto B-Future della Fondazione Neuromed, che vede il supporto della Commissione Europea nell’ambito delle azioni “Marie Skłodowska-Curie” del programma Horizon 2020, avvia la Notte Europea dei Ricercatori 2018.

I centri scientifici dell’I.R.C.C.S. Neuromed di Pozzilli e del Polo di Ricerca Neurobiotech di Caserta hanno così accolto i primi studenti, coinvolgendoli attraverso visite guidate, laboratori interattivi e iniziative culturali. Ma soprattutto i ragazzi hanno incontrato i ricercatori, quelli che la scienza la fanno ogni giorno e che, meglio di qualsiasi documentario, libro di testo o programma televisivo, possono raccontare il mestiere della scienza: cosa significa cercare nuove risposte in quello che Galileo chiamava “Il grande libro della natura”.

Tutto ruota attorno all’idea di una macchina del tempo. Un viaggio nel tempo attraverso antiche idee, antiche sfide, per arrivare alle grandi domande del presente, fino al futuro che la scienza sta disegnando. Rappresentato dalla De Lorean, l’indimenticabile auto del film “Ritorno al futuro”, il viaggio proposto da B-Future vuole indicare come la scienza sia parte della vita di tutti, in ogni giorno. Non solo nelle meraviglie tecnologiche che ci circondano, ma anche nel modo stesso di pensare e di vedere il mondo.

Gli incontri con gli studenti proseguiranno per tutta la settimana, con la giornata di giovedì che li vedrà conoscere la Moli-Bank, entrando così in contatto con un mondo molto particolare: quello delle biobanche, dove grandi quantità di campioni biologici vengono immagazzinati per aprire la strada alle ricerche del futuro. L’apertura della Moli-Bank è inserita nel programma della European Biotech week.

 I dettagli dell’iniziativa su http://nottedeiricercatori.neuromed.it/

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale 

Privacy Policy