Tre molisane tra le migliori osterie d’Italia secondo Slow Food

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Si tratta della Locanda Mammì di Agnone, de La Grotta da Concetta di Campobasso e di Moriello 2.0 di Termoli. Presentata al Salone del Gusto di Torino la 29esima edizione della guida


TORINO. Decretate al Salone del Gusto di Torino, di scena al Lingotto, le migliori osterie d’Italia per l’anno 2019 secondo Slow Food.

È stata, infatti, presentata la 29esima edizione della guida ai locali consigliati del ‘mangiarbere all’italiana’, e tra le novità di quest’anno c’è il Decalogo dell’Osteria contemporanea, ossia le caratteristiche, in dieci punti, tali da rendere ‘grande’ una trattoria. Troviamo: accoglienza, rapporto qualità prezzo, conoscenza delle materie prime, prodotti di prossimità, proposta dei vini, assenza del menu degustazione, rispetto radici popolari senza ‘scimmiottare’ ristoranti blasonati, modernità con sguardo al passato, non in linea con le mode, qualità dell’oste.

Inseriti, per la prima volta, anche premi speciali, quali: miglior giovane, miglior tradizione, miglior carta dei vini, miglior dispensa, miglior novità, miglior oste.

E tra le osterie ‘migliori’ figurano anche tre locali molisani: Locanda Mammì di Agnone; La Grotta da Concetta di Campobasso; Moriello 2.0 a Termoli.

Importante riconoscimento per questa regione che in quanto a tradizione culinaria e a prodotti autoctoni di qualità non ha nulla da invidiare al resto d’Italia, ma che magari da tali occasioni di confronto può cogliere maggiori opportunità di promozione.

 

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale  

Change privacy settings