‘Oltre le barriere dei tempi’: Antonio Natale Di Maria espone al castello di Gambatesa

‘Oltre le barriere dei tempi’: Antonio Natale Di Maria espone al castello di Gambatesa

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

In una mostra di sculture di pietra, legno e polistirolo, incentrata sul tema dell’emigrazione. L’esposizione andrà avanti fino al 6 gennaio 2019


GAMBATESA. Oltre 1.500 visite dal giorno dell’inaugurazione, avvenuta in agosto, ma ci sarà tempo fino al 6 gennaio 2019 per visitare la mostra di sculture del maestro molisano Antonio Natale Di Maria, allestita al Castello di Gambatesa.

‘Oltre – Le Barriere dei Tempi’, è una esposizione di sculture in pietra, legno e polistirolo, incentrata sulla tematica delle migrazioni, che mira a declinare l’attuale fenomeno nelle sue multiformi sfaccettature, proponendo al visitatore, attraverso la scultura, una intima riflessione sulla questione.

La opere del maestro Di Maria, allestite al piano nobile del Castello di Capua, si pongono in connessione con gli affreschi cinquecenteschi del Decumbertino, assumendo caratteristici lineamenti in uno speciale gioco di luci e colori. L'articolazione nelle varie sale rispecchia l'evoluzione stilistica dell'artista, tanto nell'uso dei materiali, quanto nello sviluppo di forme e soggetti.

Il legno, la materia dell'età giovanile, levigato con maestria, evoca con linee sinuose e allungate figure umane che si intrecciano in un poderoso abbraccio collettivo. La pietra, materiale inerte che prende improvvisamente vita, si muove in un gioco intrigante di significati e intime passioni.

Il polistirolo, materia inattiva utilizzata per preservare gli oggetti di valore nei loro spostamenti, abbandona la sua passività e, grazie ai pregiati rivestimenti che l'artista appone su di esso, si trasforma in espressione plastica di notevole interesse artistico. Infine, l'ultima evoluzione, il mosaico, che, posto in correlazione con il legno e il polistirolo, dà vita a sottili trame intrecciate in un intrigante dialogo cromatico tra materiali diversi.

L’esposizione è stata organizzata dal Comune di Gambatesa, in collaborazione con il Polo Museale del Molise e l’Associazione Borgo in Jazz Festival e rientra nell’ampio programma di riqualificazione culturale, che l’amministrazione comunale porta avanti dal 2014 con importanti risultati in termini turistici. La mostra è visitabile presso il Castello di Gambatesa, dalle 8 alle 18:30, dal martedì alla domenica.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Privacy Policy