Parte da Isernia il tour mondiale de ‘La Divina Commedia’: il reportage del backstage

Parte da Isernia il tour mondiale de ‘La Divina Commedia’: il reportage del backstage Parte da Isernia il tour mondiale de ‘La Divina Commedia’: il reportage del backstage
Watch the video

Parte da Isernia il tour mondiale de ‘La Divina Commedia’: il reportage del backstage

Valutazione attuale: 3 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella inattivaStella inattiva
 

Fervono i preparativi per il musical ispirato all’opera di Dante, che debutterà in auditorium il 7 novembre. Oggi la visita al backstage dell’assessore Vincenzo Cotugno. GUARDA LE VIDEOINTERVISTE E LA FOTOGALLERY


ISERNIA. Uno spettacolo imponente e ambizioso. Una produzione da migliaia di euro. Oltre 300 artisti coinvolti tra cast, ballerini e maestranze. Un evento di livello internazionale che debutta, in prima mondiale, a Isernia. Dal 7 all’11 novembre andrà in scena sul palco dell’auditorium ‘Unità d’Italia’ il musical ‘La Divina Commedia’, ispirato all’omonimo capolavoro di Dante Alighieri. Una produzione 'Mic-Musical International company', con il patrocinio della 'Società Dante Alighieri', che dal capoluogo toccherà poi tutti i teatri d’Italia per chiudere la stagione ad aprile al teatro Brancaccio di Roma. Con orgoglio rivendica la paternità del primato tutto molisano l’assessore regionale al turismo e alla cultura Vincenzo Cotugno, oggi in visita a Isernia in occasione del backstage aperto alla stampa, che ha inquadrato lo spettacolo negli ‘Stati generali del Turismo’ in programma in autunno. Cinque serali, con altrettante matinée per le scuole, per quella che si prospetta come un’operazione davvero imponente.

GUARDA LA VIDEOINTERVISTA ALL'ASSESSORE COTUGNO

Ed è di grandissimo impatto quello che l’assessore e i giornalisti hanno potuto vedere, piccole anticipazioni di uno degli spettacoli più ambiziosi mai realizzati in auditorium. L’intera struttura è stata pacificamente invasa dagli oltre 60 membri della ‘crew’, che dal 15 ottobre sono di stanza a Isernia per preparare il palco con le strutture e le meccaniche delle scene, che smontate occupano ben 3 bilici. Fa piacere vedere, finalmente, una collocazione realmente internazionale per questa struttura così spesso criticata ma che, forse, avrebbe bisogno solo di un orizzonte più ampio. Settecento anni di storia, 100 canti e oltre 14mila endecasillabi – resi con tecniche molto particolari sia di composizione che di scenografie -, 100 orchestrali e 30 interpreti, tra cui una molisanissima Pia de’ Tolomei, Carmen Iafigliola, di Mirabello, scelta in una selezione con 1.800 candidati per interpretare una delle figure più delicate dell’opera.

Ritorno in Molise, dove ha già lavorato, anche per Lara Carissimi, il produttore esecutivo e autrice delle scenografie. Le coreografie, invece, sono affidate a Massimiliano Volpini, il coreografo di Roberto Bolle. A interpretare Dante e Beatrice, Antonello Angiolillo e Myriam Somma.

Due ore di grande suggestione, nel viaggio in musica firmato dal compositore Marco Frisina, con la regia di Andrea Ortis – anche interprete di Virgilio, nato a Udine ma trapiantato a Campobasso - e i testi di Gianmario Pagani. Un racconto che traduce in spettacolari visioni, musiche, danze e acrobazie la fantasia del ‘sommo poeta’.

Pierre

GUARDA LA FOTOGALLERY DEL BACKSTAGE

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Privacy Policy