CondoArt: la trasformazione di un condominio anni Settanta in un’opera d’arte

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Campobasso finisce su ‘Il Sole 24 Ore’ per la ristrutturazione dell’edificio di via Mazzini, opera dell’imprenditore Vittorio Morelli che ha coinvolto l’artista Elio Cavone in un progetto innovativo e sperimentale


CAMPOBASSO. “L’opera d’arte è integrata nel vetro della facciata”. Recita così il titolo dell’articolo pubblicato oggi sul prestigioso quotidiano ‘Il Sole 24 Ore’ e si riferisce alla ristrutturazione del palazzo che affaccia su viale Mazzini, nel capoluogo regionale, e che fino a qualche tempo fa ha ospitato gli uffici di un istituto bancario.

I campobassani la guardano curiosi e stupiti ogni giorno e leggere che è apprezzata anche fuori dalle ‘mura’ non può che essere motivo di vanto. Lo è ancor di più per il sindaco, Antonio Battista, che esprime pubblicamente il ringraziamento all’imprenditore lungimirante che ha voluto questa ristrutturazione, Vittorio Morelli, e all’artista che ha concretizzato una modalità artistica che la città capoluogo non aveva mai sperimentato, Elio Cavone.

palazzo via mazzini

“Un immobile - spiega il sindaco Battista - diventato un’opera d’arte anche grazie al lavoro di Elio Cavone, maestro del colore, che ha dato, attraverso una particolare tecnica di scansioni applicate sulla facciata, un aspetto particolarissimo all’edificio. Un ringraziamento, come sindaco di Campobasso, va all’imprenditore Morelli per l’impegno che ha portato alla totale riqualificazione di un vecchio stabile, e al maestro Elio Cavone che, con lastre di cristallo che riproducono un suo dipinto, ha contribuito a dare una veste inedita e prestigiosa da un palazzo che si trova nel cuore della città. Intervento che apprezzo molto perché oltre a puntare sulla ristrutturazione di un vecchio immobile e su un’edilizia green ha abbellito in modo originale il nostro capoluogo”.

Si chiama ‘Condoart’ ed è un progetto di rigenerazione urbana che sposa l’immobiliare con l’arte. “Non un condominio che accoglie l’arte ma che è opera d’arte stessa’ dice l’imprenditore Vittorio Morelli, promotore dell’iniziativa sviluppata con la sua ‘Mr Investments’, con un investimento di oltre 7 milioni. E’ la completa trasformazione di un edificio degli anni Settanta in un complesso residenziale che conta 20 appartamenti e tre uffici “efficiente, sicuro e esteticamente d’impatto’ si legge ancora su 'Il Sole'.

L’ultimazione dei lavori è prevista per il prossimo anno: lo stabile è stato oggetto di lavori di miglioramento sismico, di efficientamento energetico e vi sarà installato anche un impianto fotovoltaico per le utenze condominiali.

Il maestro Elio Cavone, artista schivo ma di enorme sensibilità, chiude il cerchio con un sofisticato sistema di scansioni e con una stampa ad altissima definizione che ‘integra’ l’opera d’arte nei vetri della facciata (18 metri per 15) suddivisa in 164 lastre di cristallo.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Change privacy settings