‘Girotondo’: la solidarietà porta in dono il parco giochi inclusivo

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Presentata, nella sala Giunta del Comune di Campobasso, la serata organizzata dal Rotary, in collaborazione con l’Associazione Talenti Molisani, per raccogliere i fondi necessari alla realizzazione del progetto dedicato a tutti i bambini


CAMPOBASSO. Un girotondo simbolico che però diventa concreto quando unisce uomini, associazioni, istituzioni e bambini.

Si chiama così perché rimanda, nell’immaginario di chi lo ha proposto, il simbolo del Rotary ma è anche il nome della manifestazione benefica che si terrà il 30 novembre prossimo, nell’aula magna dell’Università del Molise.

L’idea del Rotary - con il suo presidente che ha deciso di puntare ad un obiettivo concreto per il suo ‘anno rotariano’ - è 'speciale': dotare il parco cittadino, la storica Villa de Capoa, di un parco giochi inclusivo. Che vuole dire senza barriere, né architettoniche né psicologiche.

Un progetto sposato in pieno dall’Amministrazione comunale e dall’associazione che unisce i talenti molisani: è questo il girotondo che presto farà felici tutti i bambini, senza diversità.

Realizzare il parco giochi inclusivo costerà 50mila euro ma dal Rotary di Campobasso - dove ognuno ha messo il suo sapere, l’impegno, le risorse e la voglia di concretizzare questo progetto importante – contano di farcela con i 20mila euro che raccoglieranno entro dicembre, con la vendita dei tagliandi per partecipare alla serata del 30 novembre (ingresso con contributo libero, i biglietti saranno in vendita dal 24 novembre presso il Circolo Sannitico) e con le altre iniziative che coinvolgeranno i rotariani nei prossimi mesi, compreso il super torneo di burraco che stanno già organizzando.

girotondo

Il parco giochi inclusivo quindi sarà il risultato di una sinergia di azioni positive e di un forte afflato di solidarietà che ha unito il Rotary, il Comune di Campobasso, l’Associazione Talenti Molisani, il CdH (Centro documentazione handicap) e il Cnis (Coordinamento nazionale insegnanti specializzati), oltre al contributo dei tanti sponsor che hanno raccolto l'invito.

Questa mattina, nel corso di una conferenza stampa, è stato illustrato sia il progetto la cui fase istruttoria è terminata (della progettazione si sono occupati due soci e i lavori saranno realizzati da un altro socio imprenditore) sia l’organizzazione della serata evento che consentirà di raccogliere i fondi per portare a termine l’obiettivo del presidente Giovanni Palange.

“Nel mio anno rotariano si parla di Molise e di molisani, - ha spiegato - per questo ho coinvolto fin da subito Michele Falcione dell’Associazione Talenti Molisani. E gli artisti, che sono talentuosi e solidali, hanno detto subito di sì”. Sul palco dell’aula magna dell’Unimol ci saranno Piero Ricci, Maurizio Santilli, il Coro Jubilate, Serena Minicucci, Paola Mariano e Vittorio del Cioppo.

Ognuno con il suo talento, messo a disposizione di un gioco di squadra che porterà ad un risultato davvero speciale.

Il sindaco di Campobasso non può che condividere lo spirito dell’iniziativa, la solidarietà che uomini e donne fanno diventare concreta, come in questo caso. “Il calendario di questo nostro speciale dicembre – ha spiegato Antonio Battista – sarà ancora più ricco grazie a tutti quelli che hanno appoggiato l'iniziativa che consentirà di recuperare il parco giochi della nostra villa”.