Isernia, dalla ricerca storica all’indagine sociale: Carla Maria Russo racconta i suoi romanzi

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Doppio appuntamento a Isernia e Roccamandolfi per la presentazione dei volumi ‘La sposa normanna’ e ‘L’Acquaiola’ della scrittrice milanese di origini molisane


di Marilena Ferrante

ISERNIA. Il 28 dicembre, presso la Libreria Enzo Della Corte a Isernia, alle ore 17,30, e il 29 dicembre a Roccamandolfi nella Cappella di San Gaetano, alle ore 19,00 , ci sarà l’ incontro letterario con la scrittrice milanese, con origini molisane, Carla Maria Russo, che presenterà i suoi romanzi ‘La sposa normanna’ e ‘L’acquaiola’.

Gli incontri sono stati organizzati dalla Libreria Enzo Della Corte e dalla Proloco di Roccamandolfi. La fervida attività letteraria della scrittrice segue il filone della ricerca storica e dell’indagine sociale, ben delineate all’interno dei suoi numerosi romanzi tra cui ricordiamo La sposa normanna L’amante del Doge, Lola nascerà a diciott’anni, La regina irriverente, La bastarda degli Sforza, I giorni dell’amore e della guerra, questi ultimi dedicati alla figura di Caterina Sforza, Le nemiche e naturalmente L’acquaiola di cui parleremo stasera con Carla Maria.

Ho letto avidamente sia La sposa normanna e sia L’acquaiola ed ho percepito una grande capacità da parte della scrittrice di indagare l’animo umano, di scandire con le parole e le riflessioni le caratteristiche che hanno fatto dei suoi personaggi delle vere e proprie icone della microstoria inserita nella macrostoria.
Ne La sposa normanna, il valore della donna e della sua precipua umanità sovrasta, quasi a intensificare gli eventi che accolgono la collocazione storica dei personaggi .

Costanza d’Altavilla diventa una figura monumentale, non solo perché lo è stata per aver determinato le sorti dell’Impero Svevo, ma perché viene presentata nella sua umana fragilità che trascina il lettore nei meandri della nudità propriamente umana e femminile. Intensa la sua figura di madre, angosciata dalla sorte, prestata alla conservazione della specie dinastica, alla quale ella si piega nel sacrificio compensato dalla fierezza di essere madre.

Fili sottili si dipanano nella storia per diventare un groviglio di emozionante intensità, di parole scelte accuratamente per entrare nella storia di un popolo , di una dinastia e colorare gli angoli bui con una ricerca storiografica viva e completa. L’Acquaiola ambientato in un paesino dell’Appenino Centro meridionale , anche se non può definirsi un vero romanzo storico entra prepotentemente nella storia con pennellate di indizi e di particolari della società descritta , delle usanze, delle tradizioni, della condizione di vita, della interpretazione dei modelli culturali e sociali.

L’acquaiola è la protagonista assoluta intorno alla quale ruotano i vari personaggi, la sorte di essi , l’intricato mondo interiore in una economia della narrazione che lascia attoniti, sospesi tra il reale e il surreale, la magia e la cruda realtà rappresentata da un mondo scalfito dalla miseria e dall’ignoranza ma nel quale si insinuano i motivi dell’odio , dell’amore e della complessità delle relazioni umane che si intrecciano nel corso di una ventina di anni tra i vari personaggi e fanno del romanzo un racconto corale della società del tempo, della difficile condizione umana e della complessità degli equilibri sociali ed umani.

Maria e la sua storia accompagneranno le sorti di tutti i personaggi ingigantiti dal suo influsso di donna forte, dura e indurita dalla vita, capace di influenzare i modelli di comportamento di una comunità, quella stessa che rappresenterà il suo unico mondo, la sua unica realtà. Una donna carismatica, bella e fiera che non si lascerà scalfire dalle sofferenze , ma troverà sempre la via per la salvezza, quella alimentata da una religiosa forza interiore, dall’affanno per la sopravvivenza alla sua stessa vita. Letture avvincenti che possono modificare la percezione della realtà, libri da divorare. 

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale 

 

Change privacy settings