La neurogastronomia sbarca in Molise: intervista a Manuele Martelli, il volto-marketing del gruppo Eden

La neurogastronomia sbarca in Molise: intervista a Manuele Martelli, il volto-marketing del gruppo Eden

Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva
 

Parliamo del gruppo Eden: 3 strutture, il Coriolis di Ripalimosani, l’Hotel San Giorgio di Campobasso e l’Eden Catering. Oltre alla ricettività turistica, sono i servizi di ristorazione d’eccellenza a distinguersi. Quale applicazione trova il marketing in questo specifico ambito?coriolis1
L’Eden ha fatto la storia della gastronomia di livello a Campobasso e nella nostra regione. Presente sul mercato dal 1976, in 42 anni di esperienza e investimenti diversificati vanta un catalogo unico nel suo genere - che a me piace definirlo Enciclopedia del Gusto - di ben 500 pietanze d’eccellenza. Il marketing puro troverebbe pertanto facile applicazione in un simile e ‘solido’ contesto ma rischierebbe di non produrre gli effetti desiderati; è per questo che dobbiamo elevare il marketing a uno step successivo, a un livello più alto e complesso, quello del neuromarketing che aiuta a codificare la risposta emotiva a uno stimolo, nel nostro caso una pietanza, il suo colore, il profumo di una spezia piuttosto che un particolare abbinamento di sapori. E’ questa la nostra sfida: una continua ricerca scientifica sul campo, che passa indubbiamente anche per l’aggiornamento professionale dei nostri chef. Puntare a posizionarci sempre come prima scelta sul mercato che muta costantemente, offrendo ai nostri ospiti servizi eccellenti ed esperienze esclusive, è uno dei nostri storici obiettivi di business, ma senza tralasciare mai l’aspetto didattico-culturale della formazione per cavalcare la novità e abbracciare il progresso.

Marketing, didattica ed emotività: esempi di iniziative-studio che avete condotto?
Nel mese di luglio 2018 abbiamo fatto un regalo alla città di Campobasso, ideando ‘Tentazioni da Eden’, 13 sculture gastronomiche per 13 Misteri. Vere e proprie opere d’arte ispirate ai carri del Maestro di Zinno, donate alla città capoluogo in occasione del 300 anniversario dalla nascita dell’ideatore dei Misteri di Campobasso, ed esposte in Piazza Prefettura all’interno di un museo del gusto a cielo aperto. A tutto ciò abbiamo abbinato degustazioni di vino e attività di show cooking. Un progetto didattico del gusto a 360 gradi, mai realizzato in Molise, che ha richiesto un’intensa attività di studio per l’abbinamento strategico degli ingredienti alla storia e al significato allegorico di ogni carro-mistero. Encomiabile l’estro dei nostri chef. La risposta della collettività è stata straordinaria e la portata dell’iniziativa travolgente, tanto che è in fase di perfezionamento un ventaglio di idee innovative da proporre a Bruxelles, forti di una ‘speciale’ licenza che ci ha già visto fornitori di catering d’eccellenza sul territorio dell’Unione Europea. Nel mese di ottobre, invece, è stata la volta della Cena al Buio, un percorso di riscoperta dei sensi, in assenza di luce, avvincente evento realizzato in collaborazione con l’Unione italiana ciechi ed ipovedenti. Ma non è tutto.

Privacy Policy