Isernia, ‘Occhio alle truffe!’: la lezione-spettacolo in Auditorium

Isernia, ‘Occhio alle truffe!’: la lezione-spettacolo in Auditorium Isernia, ‘Occhio alle truffe!’: la lezione-spettacolo in Auditorium
Watch the video

Isernia, ‘Occhio alle truffe!’: la lezione-spettacolo in Auditorium

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Rivolto ai ragazzi degli istituti superiori, l’incontro di questa mattina promosso dalla Consob con la collaborazione della Regione Molise, del Comune di Isernia e dell’Usr si è concentrato sulla figura di Charles Ponzi, interpretato da Massimo Giordano. L’assessore Di Baggio sui fatti di Venafro: “Combatteremo duramente perché sia fatta giustizia”. GUARDA IL VIDEO


ISERNIA. A lezione di educazione finanziaria, ma con un linguaggio differente da quello accademico. È questo lo spirito con cui la Consob ha voluto lanciare il progetto ‘Finanza in palcoscenico’, un programma rivolto a tutti ma in particolar modo agli studenti degli istituti superiori di secondo grado, attraverso il quale le responsabili Nadia Linciano e Paola Soccorso intendono illustrare i meccanismi psicologici di cui bisogna essere consapevoli e le precauzioni da prendere per evitare di rimanere vittime di una truffa.occhioalletruffe1

La particolarità sta nella scelta di un monologo teatrale per raccontare chi è e come ragiona ‘il truffatore’. Massimo Giordano interpreta così Charles Ponzi, l’emigrato italiano divenuto famoso per aver realizzato partendo dagli Stati Uniti uno schema di truffa su larga scala ancora oggi noto con il suo nome.occhioalletruffe2

La particolarissima ‘lezione-spettacolo’ è stata preceduta dagli interventi e saluti del sindaco di Isernia Giacomo d’Apollonio, dalla dirigente provinciale dell’Usr Molise dottoressa Maria Luisa Forte, dall’assessore comunale all’istruzione Sonia De Toma e dall’assessore regionale all’istruzione Roberto Di Baggio, il quale ha espresso particolare soddisfazione per l’evento e, sui fatti terribili delle maestre di Venafro, ha dichiarato – pur non volendo entrare nel merito – che “combatteremo nelle sedi appropriate affinché le persone che hanno commesso reati siano giustamente punite”.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale 

Privacy Policy