Isernia, standing ovation per ‘Aggiungi un posto a tavola’

Isernia, standing ovation per ‘Aggiungi un posto a tavola’

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Applausi a scena aperta e pienone per la classica commedia musicale. Stasera il bis. Emozione in sala per la presenza del maestro Garinei. La recensione e la photogallery di isNews


ISERNIA. L’auditorium di Isernia esplode in una sentitissima standing ovation quando il capocomico Gianluca Guidi, al termine delle quasi tre ore di spettacolo, dimessi i panni del simpatico e umanissimo don Silvestro, accompagna sul palco il maestro Enzo Garinei. Le loro rispettive performance sono state il fulcro pulsante del musical appena terminato, ‘Aggiungi un posto a tavola’ – un grande classico della commedia musicale che Guidi, raccogliendo l’eredità del padre Johnny Dorelli, porta in scena da ormai dieci anni.

Una compagnia giovane ma esperta quella che lo accompagna in quest’avventura: Emy Bergamo, altra compagna veterana, interpreta Consolazione, Marco Simeoli il Sindaco Crispino, Piero Di Blasio è Toto, Francesca Nunzi Ortensia, Camilla Nigro Clementina. Il cast principale è accompagnato dal corpo di ballo, circa venti ballerini. Tutte le voci sono dal vivo. Una produzione imponente, con una scenografia spettacolare e ricca che ha letteralmente dato vita all’innominato paesino dove si svolge la vicenda.      

Tentare di ‘dare un voto’ a uno spettacolo di questa portata sarebbe inutile e anche presuntuoso. Si può però provare a raccontarne le sensazioni. La grandezza e l’esperienza degli artisti coinvolti non lascia spazio a dubbi né interpretazioni, e al di là di qualche minima e assolutamente impercettibile défaillance il musical coinvolge, emoziona, arricchisce e diverte. Un comparto tecnico di livello internazionale incorona recitazione, canto e ballo in maniera perfetta. L’alchimia rodata degli attori e dei ballerini, che rivela un’esperienza ormai decennale, è palpabile e piacevolissima. Ed è anche la cosa più bella che uno spettatore possa ricevere: la compattezza, la complicità, la fiducia reciproca degli artisti in scena. Elementi che rendono qualsiasi spettacolo riuscito e che gettano le basi perché sia non solo gradito al pubblico, ma amato. E stasera replica, sempre in auditorium, alle 21.

Di ‘Aggiungi un posto a tavola’ si può dire che abbia una trama semplice, che per certi versi si risolva in banalità e cliché narrativi già visti e rivisti. E non sarebbe sbagliato. Ma è pure innegabile che, piuttosto, sia quantomeno miope limitarsi a queste affermazioni. C’è bisogno di un po’ di speranza in questo mondo. C’è bisogno di storie così sincere, di cuore, così ‘pulite’. C’è bisogno dell’ingenuità di Clementina, della passione di Consolazione, della comicità di Toto, della fede di Don Silvestro. E c’è bisogno anche di un dio che sappia imparare nuovamente cos’è l’amore.

E se poi questo Dio ha la voce di Garinei, tanto meglio per tutti noi.

GUARDA LA PHOTOGALLERY

Pierre

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Privacy Policy