“La conoscenza rende liberi”: Patroni Griffi spiega la Costituzione a 700 studenti

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Il presidente del Consiglio di Stato ha partecipato oggi al seminario formativo organizzato dall’Ufficio Scolastico Regionale e ospitato all’auditorium di Isernia



di Deborah Di Vincenzo

ISERNIA. “La conoscenza è ciò che libera un popolo dall’essere schiavo”. Così il presidente del Consiglio di Stato Filippo Patroni Griffi che questa mattina all’auditorium di Isernia ha incontrato 700 studenti, insieme ai loro docenti e dirigenti scolastici, per dialogare sulla Costituzione.Il seminario formativo, organizzato dall’Ufficio Scolastico Regionale, ha visto in veste di moderatore il procuratore capo Carlo Fucci.

patroni uno“Paolo Grossi – ha sottolineato Patroni Griffi -, grande studioso del diritto che fino a poco tempo fa è stato presidente della Corte costituzionale dice che la comunità è retta da regole che attengono alla carne viva della società. Se le regole non ci sono non c’è proprio convivenza. Se le regole che ci sono vengono violate, la società ne esce scarnificata, disgregata, sfaldata e tutti vivono male. Conoscere la Costituzione serve, in primo luogo, a capire la propria persona e conoscerci in quanto cittadini italiani ed europei. Quindi conoscere la Costituzione, l’organizzazione dello Stato, le funzioni degli organi di garanzia è importante per conoscere se stessi e il ruolo che ciascuno riveste nella comunità”.

Il presidente del Consiglio di Stato ha apprezzato l’iniziativa dell’Usr perché: “è una buona idea – ha etto - promuovere incontri di questo genere per cercare di conversare su un testo giuridico in teoria, ma che poi in realtà è un testo che di ‘giuridichese’ ha molto poco in quanto pensato e realizzato per regolamentare la vita della comunità”.

Change privacy settings