Una bambola mastodontica in piazza Savoia, è l’installazione artistica ‘La fine azzurra’

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

E’ una ‘traduzione’ del terzo e ultimo atto della pièce teatrale che andrà in scena domenica al Savoia, uno spettacolo partecipativo tratto dall’omonimo fumetto di Ratigher diretto dall’artista friulana Eleonora Pippo


CAMPOBASSO. Curiosità, fotografie e selfie davanti all’installazione che da questa mattina ‘occupa’ meravigliosamente la parte della piazza antistante il Teatro Savoia.

Una enorme bambola azzurra, che ha rischiato anche di volare visto le raffiche di vento mattutine, visto che si tratta di una scultura gonfiabile che raffigura la mastodontica ragazzina-cartoon del fumetto di Ratigher sull’amicizia di due ragazzine con la passione per le analisi mediche.

“TheblueEnd” è il titolo dell’installazione della regista Elena Pippo che precede l’andata in scena di ‘Le ragazzine di Campobasso stanno perdendo il controllo. La società le teme. La fine è azzurra”, una creazione people-specific per ragazze under 18 e la loro comunità che andrà in scena domenica, alle 18.30 al Savoia diretta dall’artista friulana e tratta dall’omonimo romanzo a fumetti di Ratigher.

“Per accrescere il senso di appartenenza – spiega la regista – in ogni piazza in cui lo spettacolo è programmato viene formata una compagine locale temporanea di ragazze adolescenti non professioniste. La lavorazione avviene in sette giorni e lo spettacolo va in scena una volta sola con la partecipazione attiva del pubblico”.

Una sorta di teatro partecipativo, coprodotto dal Teatro della Tosse di Genova e da Eleonora Pippo con Coconino Press Fandango Editore e Kilowatt Festival.

lucsam

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Change privacy settings