A Isernia si celebrano i reduci trentini con l’evento ‘Viaggio della Memoria’

A Isernia si celebrano i reduci trentini con l’evento ‘Viaggio della Memoria’

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

La celebrazione è organizzata dalla Federazione Schutzen del Welschtirol e ricorda gli internati in città nel 1918-19


ISERNIA. Il 6 e il 7 aprile sarà a Isernia una delegazione di circa 200 rappresentanti della Federazione Schutzen del Welschtirol, con sede a Mezzocorona, organizzatrice dell’evento rievocativo ‘Viaggio della Memoria’ che intende ricordare i reduci trentini internati a Isernia nel 1918-1919, subito dopo la Prima guerra mondiale.

Il programma di sabato 6 aprile, con inizio alle ore 16, prevede un convegno di studi che si terrà nell’auditorium del Seminario vescovile, in via Mazzini, al quale interverrà anche il sindaco di Isernia Giacomo d’Apollonio. Parteciperà, inoltre, Luciana Palla, autrice del libro ‘Reduci trentini prigionieri ad Isernia’. Al termine del convegno, ci sarà un concerto della banda cittadina di Madonna di Tirano.    

Domenica 7 aprile, alle ore 9:30, è previsto il raduno degli Schutzen in piazza X settembre e la deposizione di due corone d’alloro: la prima presso il monumento alle vittime del bombardamento del X settembre e la seconda nella chiesa di Santa Chiara. Alle ore 10:30, il vescovo Camillo Cibotti officerà una messa in cattedrale, alla presenza degli ospiti trentini. Al termine della funzione religiosa, un corteo si dirigerà verso la chiesa di San Francesco, dove sarà depositata una terza corona di alloro. Infine, il corteo giungerà a Santa Maria delle Monache dove verrà scoperta una lapide a ricordo degli internati sudtirolesi in Isernia.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Privacy Policy