Poietika 2019, la parola che brucia: al via l’art festival che l’Italia ci invidia

Poietika 2019, la parola che brucia: al via l’art festival che l’Italia ci invidia

Valutazione attuale: 3 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella inattivaStella inattiva
 

Presentata oggi, con la ‘Spinosa Generali Costruzioni spa’ sponsor culturale degli eventi, la sesta edizione che parte l’8 aprile con il filosofo Salvatore Natoli. Ospiti d’eccezione di questi otto giorni di Cultura Vandana Shiva, Letizia Battaglia, Pino Bertelli, Jason Hickel, Wim Mertens, Nedim Gursel e Raul Zarita. GUARDA LA VIDEOINTERVISTA


di Lucia Sammartino

CAMPOBASSO. La parola, quella giusta e corretta che oggi troppo spesso manca. Quella che pesa, oppure che alleggerisce. Che fa volare e incanta o che riporta con i piedi per terra. Che racconta e diventa un'immagine felice che ha colori e odori oppure quella che fotografa il dolore e lo racconta. Quella che unisce, quella che divide.

E’ la ‘parola che arde’ il filo rosso che congiunge gli appuntamenti della sesta edizione di Poietika, l’art festival che – in sordina, camminando piano piano, senza eventi spot e clamori mediatici la cui eco si spegne in pochi minuti – ha avuto il merito di portare il Molise fuori dal Molise, di diventare un ‘must’, immancabile appuntamento per ospiti e spettatori che si cibano di parole, declinate senza confini.

Parole contaminate e globalizzate, come ha rimarcato il governatore Toma - perché frutto della fusione di culture e di sentire diversi. Perché senza radici inamovibili, patrimonio di tutti.

Otto giorni di parole da assorbire e assaporare quelli che attendono il pubblico di Poietika 2019, in un cartellone di eventi presentato questa mattina all’Ex Gil dal presidente della Regione (protagonista volontario di un fuori programma, leggi qui), dall’assessore Vincenzo Cotugno, dal presidente della Fondazione ‘Molise Cultura’ Antonella Presutti e dal direttore artistico della manifestazione, Valentino Campo.

Una edizione, questa, che porta una novità che tutti i presenti hanno voluto rimarcare.

Il mondo delle ‘sponsorizzazioni culturali’ poco praticato in regione ha, invece, la sua punta di diamante proprio in Molise. E’ la ‘Spinosa Costruzioni Generali Spa’ di Isernia che ha deciso di essere al fianco della cultura, di essere sponsor della sesta edizione di Poietika.

E il perché lo spiega bene Veronica Scacchetti, vedova del compianto Gianni Spinosa, fondatore dell'azienda oggi guidata dall'architetto Cosmo Galasso: “Come azienda siamo pronti e sempre attenti alla sostenibilità green dell’ambiente, per questo credo che questo stesso ambiente debba essere sostenuto incentivando il miglioramento e la formazione dell’individuo. Ecco perché Poietika, ecco perché è il gancio giusto”.

GUARDA LA VIDEOINTERVISTA

A lei, schiva e riservata, e all’azienda che rappresenta e che ha dato questo impulso che non è di certo scontato, i ringraziamenti della Regione e della Fondazione Molise Cultura. “Un gesto di attenzione alla cultura – ha rimarcato Antonella Presutti - che è elemento che incarna il cambiamento, mezzo che crea lavoro, offre prospettive. Un sostegno di un gruppo imprenditoriale lungimirante, prospettico e progettuale”. Parole di sincero elogio anche da Toma che ha rimarcato come “sia difficile trovare sponsor culturali, oggi la ‘Spinosa Costruzioni Generali’ apre una nuova stagione e io non posso che ringraziarvi da cittadino prima che da presidente”. Stessi sentimenti condivisi anche dall’assessore Cotugno, che ha rimarcato la forza, la solidità e i valori della famiglia prima che degli imprenditori, che oggi avviano un percorso che si spera possa essere d’esempio virtuoso.

Privacy Policy