Una panchina rossa a Colli A Volturno per dire 'No' alla violenza sulle donne

Una panchina rossa a Colli A Volturno per dire 'No' alla violenza sulle donne

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

L'iniziativa giunge dalle consigliere comunali del gruppo 'Uniti per Colli'


COLLI A VOLTURNO. Le consigliere del gruppo consiliare 'Uniti per Colli' Angela Maria Siravo, Filomena Amodei e Roberta Ranieri, hanno aderito all'iniziativa 'Adotta una panchina rossa'. Simbolo di lotta alla violenza sulle donne e sui più deboli in qualunque forma essa si manifesti, ne giunge infine una anche nel centro di Colli A Volturno, proprio all'esterno della Casa Comunale.

La panchina, vuota, rappresenta il posto occupato da una donna vittima di violenza che oggi non c'è più. E il colore rosso del sangue ne richiama il dolore e la perdita. Questo è il senso del dono con cui le consigliere hanno deciso di omaggiare la collettività collese, utilizzando i gettoni di presenza del loro impegno come amministratrici; un elemento di arredo con un significato profondo che arricchisce il paese, tra l'altro non destinato a restare unico. Altre due panchine rosse sono infatti in arrivo e saranno posizionate nelle frazioni di Colli entro la fine del mandato, affinché l'intero paese - e non solo, simbolicamente, il comune dov'è stata posta la prima - si trasformi in un luogo di riflessione e sensibilizzazione.

L'inaugurazione della prima panchina è avvenuta sabato 8 giugno e ha visto gli interventi della dottoressa Chiara Fulgenzi e dell'avvocato Imma Barbato: l'occasione è stata opportuna per discutere dei Centri anti violenza sul territorio e del sistema regionale di contrasto alla violenza di genere.

Pietro Ranieri

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Privacy Policy