‘Queen at the opera’, tre musicisti molisani nel grande concerto a Roma

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

L’evento si terrà il 26 luglio all’auditorium Parco della Musica e vedrà coinvolti oltre 80 performer sul palco: tra i coristi anche alcuni giovani talenti nostrani


ROMA. In scena dal 2015, ‘Queen at the opera’ è il primo ed originalissimo concerto-show interamente basato sulle musiche dei Queen in una inedita e coinvolgente veste rock/sinfonica mai creata prima. E quest’anno, lo show di Roma del 26 luglio ‘canterà’, in una piccola parte, molisano.

Nato da un’idea di Simone Scorcelletti, lo spettacolo sta riscuotendo enorme successo. Grazie alla presenza sul palco di oltre 80 performer, con ‘Queen At The Opera’ il pubblico avrà la possibilità di ascoltare i più grandi classici della leggendaria band inglese e riviverli assistendo ad un evento pronto a scatenare emozioni uniche. Talentuosi cantanti tra cui Luca Marconi, Jordan Trey, Valentina Ferrari, Giada Maragno, Graciela Dorbessan e Alex Marchi già noti al pubblico di ‘Notre dame de Paris’, ‘We will rock you’, ‘The voice’ e ‘Roma Opera Musical’, sono pronti a confrontarsi con i più grandi capolavori del popolarissimo gruppo di Freddie Mercury, Brian May, John Deacon, Roger Taylor.

Ad affiancarli, la band composta da Toto Giornelli al basso, Gino Binchi alla batteria, Giacomo Ronconi alla chitarra e Bruno Ferri alle tastiere. Inoltre, le parti sinfoniche sono affidate all’orchestra Qato, mentre quelle corali al coro Mavra – e qui troviamo una piacevole sopresa: ad esibirsi su questo palco prestigioso ci saranno anche tre ragazzi molisani. Si tratta della soprano Fabiola Valerio e della contralto Cristiana Antoniani, di Campobasso, e del basso Pietro Ranieri, di Colli A Volturno.

Classici senza tempo come We are the champions, Barcelona, Bohemian rhapsody, We will rock you, The show must go on, Radio ga ga, A kind of magic, Under pressure, Another one bites the dust e tanti altri rivivranno in tutto il loro travolgente splendore grazie alla perfetta fusione sonora, potente ed elegante, che solo un'orchestra sinfonica e una rock band possono generare. Il tutto sarà impreziosito da un suggestivo visual show, che renderà l'atmosfera dello spettacolo ancora più emozionante e coinvolgente.

Ritenuto un "evento di grande rilevanza ed innovazione culturale", Queen At The Opera si preannuncia come lo spettacolo più sorprendente ed imperdibile degli ultimi anni. La versione del 2019 viene presentata con un nuovo cast, una nuova direzione artistica ed un eccellente impianto tecnico proveniente dalla Germania. Il tour prevede tappe nelle migliori arene italiane: oltre alla Cavea dell’auditorium Parco della musica di Roma, ci si sposterà anche all’arena della Regina di Cattolica, al teatro Cirella di Diamante, all’Ariston di Sanremo e molti altri, a testimoniare l’assoluto rilievo che lo show si è ritagliato nel mondo degli eventi, sia sinfonici che rock: da febbraio 2020 partirà anche il tour europeo. La produzione è di DuncanEventi, per la regia e da un’idea di Simone Duncan Scorcelletti. Gli arrangiamenti originali e la direzione sono affidate al maestro Piero Gallo.  

I biglietti sono ancora disponibili tramite il circuito Ticketone.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Change privacy settings