‘Cammina Molise’, partita da Campobasso la marcia alla scoperta della regione

‘Cammina Molise’, partita da Campobasso la marcia alla scoperta della regione

Valutazione attuale: 1 / 5

Stella attivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Presente il vice sindaco Paola Felice. Per l’edizione dei 25 anni si chiuderà l’8 agosto, sempre nel capoluogo, con la sfilata dei costumi tradizionali di tutti i 136 comuni


CAMPOBASSO. Al via da Campobasso la 25^ edizione di ‘Cammina Molise’. La marcia alla scoperta dei sentieri della regione è partita questa mattina, da piazza Vittorio Emanuele. Sei tappe, fino all’8 agosto, in cui i marciatori seguiranno un itinerario legato all’arte romanica di Santa Maria della Strada e di San Giorgio a Petrella Tifernina, arriveranno nel Basso Molise e poi alle Mainarde. Ma andranno anche a scoprire la tradizione pastorizia insieme alle 500 pecore di Antonio Innamorato sui monti del Matese, per giungere a Duronia, il paese che ha dato origine alla manifestazione. La chiusura con un grande evento a Campobasso: la sfilata dei costumi tradizionali dei 136 comuni del Molise. Proprio per il venticinquenario.

A portare il saluto della città e dell’amministrazione comunale, accanto agli organizzatori, c'era il vice sindaco di Campobasso, Paola Felice.

"Venticinque anni non sono pochi per una manifestazione come ‘Cammina Molise’ – ha detto l’assessore - che intende divulgare un messaggio importante, quello della valorizzazione del territorio partendo da forme di turismo sostenibile come i cammini. Il comune di Campobasso è particolarmente orgoglioso, per questo e per altri motivi, di ospitare oggi l'inizio dell'edizione 2019 di questa manifestazione, capace di coinvolgere un intero territorio regionale, rendendolo con le proprie idee progettuali coeso e immediato da divulgare all'esterno, nelle sue peculiarità più significative”.

“Il capoluogo di regione – ha aggiunto Felice - vuole essere il capofila di questo genere di eventi che, grazie al supporto di tutte le istituzioni e al lavoro infaticabile delle associazioni, danno al Molise una visibilità non solo momentanea. Il camminare è il primo gesto che fanno i bambini come azione d'indipendenza, il camminare aiuta il corpo e la mente ed è una forma rispettosa per stabilire una simbiosi intima con i luoghi che si visitano”. Quindi l’auguro di buon cammino ai marciatori e l’appuntamento all’8 agosto, per la tappa finale che si svolgerà nelle contrade.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Privacy Policy