‘Era una giornata di sole’, il cortometraggio girato in Molise domani all’Alphaville

‘Era una giornata di sole’, il cortometraggio girato in Molise domani all’Alphaville

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

La storia della malattia mentale e di vite che si susseguono sempre uguali nei manicomi criminali che oggi non esistono più. Gli attori Angelo Orlando e Marco Caldoro diretti dal regista Alfredo Arciero, che ha tratto una storia commovente dal libro ‘Sunny days’


CAMPOBASSO. Il racconto della quotidianità dei manicomi criminali, oggi chiusi, e di un’esistenza ciclica dove i giorni si ripetono tutti uguali l’uno all’altro. Luoghi dove vivevano persone espulse dalla loro vita.

Questa l’idea alla base di ‘Era una giornata di sole’, il cortometraggio girato a Campobasso e in Molise la scorsa estate, finanziato con l'otto per mille della chiesa Valdese, che l’associazione MuSe presenterà domani a Campobasso, a partire dalle 20.45, al Cinema Alphaville di via Muricchio. A girarlo il regista Alfredo Arciero, che ha curato anche la sceneggiatura, liberamente tratta dal libro ‘Sunny days’ dello psichiatra Adolfo Ferraro e del fotografo Stefano Ciannella, edito da Rogiosi.

“Sono immagini e parole – ha raccontato Arciero - che ho trasformato in una storia e poi in racconto filmico grazie al determinante contributo degli splendidi interpreti: Angelo Orlando e Marco Caldoro, i due protagonisti e al resto del validissimo cast artistico e tecnico. È una storia di solitudini e di incomprensioni, di caratteri e di malattia mentale, dove anche la morte è frutto di ideazione deviata. È la storia di una vita come tante, che non interessa a nessuno. A noi invece è interessata la storia di quelle mani, di quelle voci. Le mani di esseri umani che soffrono e che non si accorgono della sofferenza degli altri. Un po’ per sopravvivenza, un po’ per difesa. E allora smettono di esistere”.

Ad accogliere il pubblico ci saranno il regista Alfredo Arciero, gli attori Angelo Orlando, Marco Caldoro, Barbara Petti, Matilde Caterina e Giuliano Pietronigro. Al termine della proiezione seguirà un breve dibattito, ma soprattutto il concerto della Suonata Balorda, che ne ha curato le musiche originali. L'ingresso è libero fino ad esaurimento posti.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

 

Privacy Policy