Isernia, consulta provinciale degli studenti: lavori al via

Isernia, consulta provinciale degli studenti: lavori al via

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

La prima seduta ieri, nel contesto della quale è stato eletto il Consiglio di presidenza e sono stati enunciati i progetti


ISERNIA. Si è riunita lunedì 18 novembre 2019, per la prima seduta, la Consulta Provinciale degli Studenti di Isernia. L'apparato delle Consulte Provinciali, ciascuna di pertinenza dell'USP di competenza e ciascuna composta da due rappresentanti per ogni istituto superiore della provincia, costituisce il massimo organo di rappresentanza studentesca in Italia per la scuola superiore.

I compiti delle CPS sono garantire il più ampio confronto fra gli istituti di istruzione secondaria di II grado, la realizzazione di progetti che coinvolgano il più ampio numero di studenti ed istituti, la formulazione di proposte che superino la dimensione del singolo Istituto anche in accordo con enti locali, associazioni e organizzazioni in merito a politiche di formazione, istruzione e diritto allo studio.

In seguito alla prima adunanza è stato eletto il Consiglio di Presidenza. Nella fattispecie risultano eletti, per maggioranza, quali presidenti Francesco Chiacchiari (ISIS Fermi - Mattei) e Carmen De Luca (ISISS A. Giordano). All'unanimità la plenaria ha attribuito il ruolo di Vice Presidente a Giuliano Vacca (ISIS Majorana - Fascitelli). Simone Morgillo (ISIS Majorana-Fascitelli), Franco Vitullo (OMC G.N. D'Agnillo) e Barbara Di Pasquale (ISISS A. Giordano) sono i delegati territoriali rispettivamente di Isernia, Agnone e Venafro. Gli altri membri in carica sono Kevin Fuschino (ISIS Fermi - Mattei), Christian Rossi e Ruben De Stefano (ISIS Cuoco - Manupella) e Raffaele Di Domenica (OMC G.N. D'Agnillo).

L'intenzione principale di quest'anno è dare continuità a quanto programmato l'anno scorso - dichiara il presidente Chiacchiari al suo secondo anno in CPS - sia portando avanti la revisione del regolamento interno sia proponendo agli studenti iniziative".

Sulle idee si è soffermato il vice presidente Vacca: "I progetti ideati – spiega - daranno l'opportunità ai ragazzi di confrontarsi con eventi artistici, culturali e ambientali. Alcuni esempi: abbiamo in mente di proporre agli studenti le Giornate dell'Arte per dare spazio alle loro passioni ma anche incontri formativi con le forze dell'ordine per continuare il protocollo di Educazione alla Legalità. Si sta, inoltre, pensando di aderire alla prossima Conferma Stampa Nazionale dell'Unesco".

 

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale 

 

Privacy Policy