Isernia, ‘Un’impresa per tutti’: successo per il progetto di innovazione sociale

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

A Palazzo San Francesco la presentazione dei risultati dell’iniziativa portata avanti dalla cooperativa ‘Il Triangolo’ Premiata la competition tra idee sviluppate dalle studentesse del 3° LES dell’istituto ‘Cuoco’


ISERNIA. ‘Un’impresa per tutti’: è il progetto di co-walking realizzato dalla cooperativa sociale ‘Il Triangolo’ , con il supporto di Ethic, grazie al finanziamento di 26mila euro stanziato dalla Regione Molise nell’ambito dei fondi Por-Fesr.

Questa mattina, a Palazzo San Francesco, sono stati illustrati i risultati dell’iniziativa portata avanti negli ultimi mesi. Contestualmente si è svolta la competition tra idee innovative sviluppate dalle studentesse del 3° LES dell’istituto ‘Cuoco’ di Isernia.

premiazione 2La commissione composta da Silvia Gagliardi (psicologa dello staff Ethic), Marco Maddonni (commercialista), Andrea Labbate (Labbate Mazziotta) e Pietro Paolo Di Perna (assessore comunale alle Politiche Sociali) ha scelto tra le idee proposte ‘STP’ incentrata sulla realizzazione di uno spazio di aggregazione per la street art e gli sport urbani.

“Il progetto – ha spiegato Simona Forte, referente del progetto per la cooperativa il Triangolo - ha avuto tre pilastri importati e innovativi nella regione Molise. Il primo è stato quello relativo all’inclusione di tre idee imprenditoriali innovative. Ha coinvolto persone svantaggiate a livello lavorativo che si sono reinventate, sviluppando una propria idea di impresa. Uno è effettivamente riuscito ad aprire partita Iva e nei prossimi mesi avvierà la sua attività. Altra attività particolarmente innovativa è stato il coinvolgimento a livello scolastico di numerosi istituti. Grazie a Labbate Mazziotta è stato realizzato un progetto sperimentale che ha visto l’incontro di 4 istituti provenienti, oltre che da Agnone, da Polonia, Bulgaria, Romania e Turchia”. I ragazzi hanno partecipato in maniera attiva al progetto, impegnati in impresa simulata, laboratori didattici e giornate in azienda.

“Ultimo pilastro – detto ancora la referente -, fortemente voluto dalla cooperativa è stato l’inserimento all’interno del team di quattro soggetti svantaggiati, utenti del centro diurno che hanno collaborato al progetto per tutto l’arco dell’anno e, per queste attività, sono stati retribuiti”.

Il momento conclusivo del progetto è stato accolto nella sede municipale di Palazzo San Francesco. “Quando ci sono iniziative di carattere sociale – ha sottolineato l’assessore comunale al Welfare Pietro Paolo Di Perna – l’amministrazione – dà sempre il massimo per sostenere le categorie più deboli della collettività”.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale 

Change privacy settings