Castel del Giudice, ecco il ‘Millefiori’ dell’Apiario di Comunità

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Di scena stamani la prima adunanza generale con la presentazione del miele. Ospiti speciali: l’entomologo Paolo Fontana e il professore Antonio De Cristofaro


CASTEL DEL GIUDICE. Importante evento a Castel del Giudice. Quest’oggi la presentazione del primo miele prodotto dall’Apiario di Comunità. Un “millefiori” espressione della biodiversità floreale che sboccia sull’Appennino tra l’Alto Molise e l’Abruzzo e frutto degli incessanti voli delle oltre 20 milioni di api dei circa 300 alveari, che ora popolano un’area che si conferma terra fertile di apicoltura.

Ad un anno dal corso formativo, che ha visto la partecipazione di 50 appassionati, l’Associazione Apiario di Comunità ha chiamato a raccolta in un’assemblea, ovvero adunanza generale, tutti i partecipanti al progetto e gli amanti del mondo delle api.

apiario castel del giudice 2Si è trattato di una importante occasione di confronto sui temi dell’apicoltura, con esperti ed ospiti speciali, tra cui l’apicoltore Paolo Fontana, noto entomologo della Fondazione Edmund Mach di San Michele all’Adige, spesso ospite della trasmissione televisiva GEO e autore di importanti libri sulle api, e l’apicoltore Riccardo Terriaca, tra i promotori del progetto Apiario di Comunità, direttore del Gruppo Apistico Paritetico VOLAPE e maestro di apicoltura.

A fare gli onori di casa il sindaco di Castel del Giudice Lino Gentile, il cui Comune ha creduto e crede fortemente nel progetto, contribuendo, anche economicamente, alla sua nascita e sviluppo e confermando una speciale vocazione alla valorizzazione del territorio.

Nuovo obiettivo è continuare a crescere e ad aggregare più centri tra Molise e Abruzzo per portare più api e miele nell’Appenino. E in proposito è stato annunciato l’avvio di un altro corso formativo ad hoc.

Tra i protagonisti della conferenza, Andrea De Marco, direttore di Legambiente Molise; Gianni Caruso, direttore della filiale di Castel di Sangro della Banca di Credito Cooperativo di Roma: la Priora dell’Abbazia di Castel San Vincenzo al Volturno Madre Salome Gomez e il professore dell’Università del Molise Antonio De Cristofaro, entomologo e presidente del Gruppo VOLAPE, al quale sono state affidate le conclusioni atte a coniugare una visione dell’apicoltura puramente naturalista e una visione economico-produttiva.

 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, invia ISCRIVIMI al numero 3288234063 e salvalo in rubrica!

Change privacy settings