Sonika-Poietika e ‘La parola al Sud’. Quattro giorni di concerti aspettando Teresa Salgueiro

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Gli appuntamenti della rassegna presentati in una conferenza stampa alla Gil


CAMPOBASSO. La musica d’autore lascia ‘La parola al Sud’. Le sonorità del Mediterraneo, che dalla musica partenopea arrivano a toccare i ritmi del fado, riportando in Molise, dopo 25 anni, la grande voce di Teresa Salgueiro, al centro della seconda edizione di ‘Sonika Poietika’, organizzata da Regione Molise e Fondazione Molise cultura e presentata oggi in una conferenza stampa alla Gil.

Una kermesse che segna il ritorno della grande musica dal vivo, dopo il lockdown, inframezzato dalle dirette social del progetto ‘Next StArt’. Ma il rapporto con il pubblico è un’altra cosa, pur nel rigoroso rispetto delle normative di sicurezza anti Covid.

A presentare la rassegna, in programma dal 2 al 5 settembre nella terrazza del Palazzo Gil, fatta eccezione per il grande concerto di Teresa Salgueiro, che si terrà il 10 ottobre al Teatro Savoia, il governatore del Molise Donato Toma, la presidente della Fondazione Molise cultura Antonella Presutti e il consulente artistico Maurizio Oriunno. 

“Un cartellone per cultori della cultura – lo ha definito il governatore Toma – che punta sulla qualità e sul tema delle contaminazioni musicali, che personalmente ho sempre amato, quelle del Sud e quelle dell’area mediterranea. Lo scorso anno Sonika-Poietika è stata itinerante nei nostri borghi, sempre più amati dai turisti, come dimostrano i dati delle presenze degli ultimi mesi. Quest’anno per questioni di sicurezza si è scelto di tenere tutti gli appuntamenti a Campobasso”.

La presidente della Fondazione Molise cultura Antonella Presutti ha voluto per prima cosa ringraziare gli sponsor, Spinosa Costruzioni, Sassano e Iavorone, “mecenati della cultura”, come li ha definiti, per illustrare il senso dell’edizione 2020. Finalizzata a riscoprire le potenzialità emozionali e culturali del Sud d’Italia. Una scoperta e un’opportunità del post lockdown.

E’ toccato al consulente artistico Maurizio Oriunno illustare gli appuntamenti in programma. L'Edizione 2020 di Sonika Poietika esplora le migliori espressioni della musica italiana d’autore, ospitando due vincitori del Premio Tenco (Patrizia Laquidara e Cesare Basile) e tre finalisti dell’ultima edizione (Perturbazione, Maria Mazzotta e Liana Marino) insieme all’accordionist Pietro Roffi, che ha recentemente inciso la colonna sonora del ‘Pinocchio’ di Matteo Garrone scritta da Dario Marianelli, candidata al David di Donatello.

I quattro giorni saranno anche il palcoscenico per le cantautrici molisane Alessia D’Alessandro, Luci e la stessa Liana Marino. In programma anche quattro presentazioni di libri (ingresso gratuito) che proporranno storie legate a miti indiscussi come Pino Daniele (Carmine Aymone) e anomali fenomeni musicali e mediatici come Liberato (Gianni Valentino), fino alla scoperta della musica migrante (Luca D'Ambrosio) e al racconto della difficile ma orgogliosa esperienza dell’amore saffico nel profondo Sud (Bianca Favale).
 
Il 10 ottobre, una sorta di prolungamento sonoro verso l'autunno, Campobasso ospiterà una star internazionale, straordinaria interprete della canzone portoghese nel mondo: Teresa Salgueiro, celebre voce dei Madredeus. Per lei sarà un sospiratissimo ritorno in Molise dopo 25 anni, quando suscitò emozione nel pubblico del Teatro Savoia con i brani della colonna sonora di ‘Lisbon Story’ di Wim Wenders. L'appuntamento più atteso. 

Carmen Sepede

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale 

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti 

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto! 

Change privacy settings