Frosolone punta sull’artigianato con il grand tour alla scoperta delle antiche lame

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

L’obiettivo di Comune e Pro Loco è coordinare il progetto che consenta di accompagnare i turisti nella visita al Museo dei Ferri Taglienti, prosegua verso Epica e coinvolga tutte le fabbriche che potranno mostrare le show rooms ma anche i processi produttivi



FROSOLONE. Scommettere sull’artigianato locale per rilanciare l’economia di Frosolone. Questo l’obiettivo del grand tour. Caratteristica del borgo è la produzione di coltelli, forbici ed utensili da taglio fino a qualche anno fa destinati all’agricoltura ed alla pastorizia del Centro-Sud d’Italia ed oggi, con uno sguardo commerciale più attento, anche al collezionismo di lusso, raggiunto tramite i social.

In questa realtà, con una visione che dia continuità al passato, accompagnandolo nel presente e sia maestra per un migliore futuro, il risveglio culturale ha dato vita, nel tempo, ad iniziative importanti che testimoniano l’attaccamento al territorio ed a questo settore produttivo particolare, che ha pochi emuli nelle zone interne del Meridione d’Italia.

A scopo conservativo e didattico, è aperto da molti anni un importante Museo dei Ferri Taglienti, che raccoglie sia testimonianze della produzione locale degli ultimi 150 anni, rigorosamente forgiate a mano, sia reperti storici di grande importanza, principalmente spade e sciabole, di varie epoche e nazioni belligeranti. La nascita e l’allestimento del Museo dei Ferri Taglienti si devono in massima parte a Glauco Angeletti, per anni direttore artistico di Castel Sant’Angelo a Roma, innamoratosi della storia e della resilienza degli artigiani frosolonesi al punto di decidere di aiutare Frosolone a dotarsi di un museo storico che fosse un richiamo turistico i cui effetti potessero ricadere positivamente sull’intera comunità.

Di recentissima apertura è anche Epica, acronimo di ‘Esposizione Permanente Internazionale del Coltello d’Arte”, una iniziativa privata della famiglia Fraraccio tesa ad esporre i manufatti dei migliori artigiani attualmente operativi in Italia ed all’estero. Lo scopo, in questo caso, oltre che turistico, è principalmente didattico, per mostrare, incuriosire e far innamorare quante più persone possibile dell’antica arte del fabbricar lame, rivitalizzando Frosolone con nuove iniziative produttive, siano esse fabbriche o anche solo artigiani ed hobbisti.

A Frosolone sono oggi pienamente operativi diversi artigiani e 5 fabbriche che danno reddito a circa 80 famiglie, rappresentando una concreta ed importante caratterizzazione del borgo altomolisano, conosciuto per questa sua peculiarità in Italia ed all’estero.

In quest’anno marchiato dalla pandemia, nel quale quasi tutto è fermo o molto rallentato, a Frosolone si ha il coraggio di investire, in impianti ed in visibilità. È volontà dell’Amministrazione comunale e della Pro Loco di coordinare un Grand Tour che accompagni i turisti nella visita al Museo dei Ferri Taglienti, prosegua verso Epica e coinvolga tutte le fabbriche e gli artigiani che potranno mostrare non solo le loro show rooms ma anche i processi produttivi, lasciando nella mente dei visitatori un ricordo indelebile di questa roccaforte sannita chiamata Frosolone.

Per informazioni e prenotazione visite:
Comune di Frosolone – 0874 890435
Elisa Di Carlo – 338 9407197
Mimmo Fraraccio – 337 918294

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale 

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, invia ISCRIVIMI al numero 3288234063 e salvalo in rubrica!

Change privacy settings