Sepino, il Covid non ferma la 922^ notte delle campane. Coordinatrice nonnina di 102 anni

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Rappresenterà la tradizione, con le ‘verginelle’, bimbe vestite di bianco, che invece saranno espressione del futuro. Le iniziative in onore di Santa Cristina, a cui la comunità del paese è devotissima


CAMPOBASSO. Festa di Santa Cristina, il Covid non ferma la tradizionale notte delle campane, arrivata alla 922esima edizione per ricordare la cerimonia di traslazione delle reliquie della Patrona del paese, avvenuta il 10 gennaio 1099, e molto sentita in paese.

Iniziative organizzate dal Comitato festa Santa Cristina e dall’amministrazione comunale, tutte nel rispetto delle disposizioni anti contagio, al via da oggi e trasmesse in diretta da Telemolise.

Si comincia alle 17.30 con la Messa, presieduta dall’arcivescovo di Campobasso-Bojano Giancarlo Bregantini. In chiesa, per ragioni di sicurezza, entreranno soltanto 100 persone, tutte dotate dei dispositivi di sicurezza, mentre non ci sarà la processione. Al termine della cerimonia e per tutta la notte le campane suoneranno a festa. Quest’anno non si terrà neppure la cerimonia della consegna del ‘cartoccio’ alle verginelle, bambine vestite di bianco, che arriverà alle piccole direttamente a casa, insieme alle candele da portare poi in Chiesa e da offrire alla Santa.

vecchinaQuest’anno però c’è una novità. Il Comitato ha infatti deciso di cedere simbolicamente il posto alla donna più anziana del paese, Angiolina Vicenzo, di quasi 102 anni, che come da accordo con la famiglie siederà al posto della coordinatrice Alessandra Mosca. In un connubio simbolico fra la tradizione e il futuro, rappresentato dalle ‘verginelle’.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale 

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti 

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto! 

Change privacy settings