Mario Lanza, verso il 100esimo anniversario della nascita: Filignano ricorda il celebre tenore

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

L’associazione intitolata all’artista ne ripercorre le gesta e anticipa gli eventi in programma per il festival del prossimo agosto


FILIGNANO. L’Associazione Mario Lanza ricorda che il prossimo 31 gennaio ricorre il 100° anniversario della nascita del tenore e attore Mario Lanza, avvenuta negli Usa, a Philadelphia, dove i genitori italiani emigrarono giovanissimi dal Molise, precisamente da Filignano.
E proprio la comunità filignanese lo ricorderà con il “Festival Internazionale” a lui dedicato e che si svolgerà come ogni anno nel mese di agosto. Gli eventi in programma sono “Il Concorso Internazionale di canto Mario Lanza”, “Il Concerta dei 10 Tenori”, con partecipanti provenienti da tutto il mondo, l'opera “AIDA”, nonché il raduno mondiale di tutti i fans.

L’annuncio odierno è comunque un modo per celebrare una ricorrenza, auspicando che in estate le celebrazioni potranno avvenire come da tradizione.

Mario Lanza – ricorda l’associazione – ebbe una breve ma intensa carriera, diventando uno tra i più grandi protagonisti della musica lirica, tanto che il Maestro Arturo Toscanini lo definì come la più grande Voce del XX Secolo. Tenne 150 concerti in soli 10 anni di carriera e incise oltre 520 pezzi. Acclamato come tenore, ha dimostrato un notevole talento anche per la recitazione, prendendo parte a diversi film musicali degli anni 50. Anche la gloriosa casa cinematografica M.G.M. lo scritturò con un contratto per 7 film. Venne in Italia nel giugno del 1957 per i film ‘Arrivederci Roma’ e ‘Come Prima’. Uno dei concerti più importanti e salienti per la sua carriera fu nel febbraio del 1958, quando si esibì alla “Royal Albert Hall” di Londra, cantando 15 romanze dal vivo e senza microfono, alla presenza della Regina Elisabetta e di una folla entusiasta e indomabile per la polizia inglese. Purtroppo un infarto la stroncò a soli 38 anni, era il 7 ottobre del 1959 e Lanza si trovava nella clinica ‘Valle Giulia’ a Roma. Aveva da poco deciso di lasciare il cinema per sempre. Alla direzione del M° Victor De Sabata, avrebbe dovuto aprire la stagione de ‘La Scala’, il ‘Covent Garden’ gli offrii Otello e tutti i teatri del mondo volevano accaparrarsi il suo nome. Artisti come Pavarotti, Domingo e Carreras hanno più volte dichiarato che se si sono dedicati alla lirica è stato per merito dei suoi film e delle sue incisioni.

 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale 

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto! 

Change privacy settings