Premio Paci, sesto appuntamento: l’intervista a Giovanni Albanese

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

L’artista romano in una chiacchierata a tutto campo con la critica d’arte Carmen D’Antonino


ISERNIA. L’Artista romano Giovanni Albanese, risponde alle domande della nostra critica d’arte Carmen D’Antonino. Albanese è del parere che l’arte “divida”. Il rapporto che ha con la sua produzione è quello di un padre che mette al mondo dei figli. La video intervista integrale è on line sulla pagina Facebook e sul profilo IGTV @arte_sm_ dell’associazione.

Arte inclusivista o escluvista? Ovvero: è giusto che l’arte si carichi di valori altri trasversali plurimi, che appartengono di più alle sfere delle scienze sociali, umane, urbane, ecologiche politiche o è più giusto perseguire l’idea Crociana dell’arte come disciplina autonoma?
L’arte è! L’arte è quello che ti interessa fare. L’arte è arte, quando la fai trasmette delle emozioni delle situazioni. Il bodybuilding unisce, il jogging unisce! L’arte divide!

Uno degli effetti collaterali di questa pandemia?
Ha avuto a mio parere pochi effetti perché l’arte già era una Cenerentola. Si è salvato un poco il cinema, ma le arti visive è sempre stata ai margini di tutto. Gli artisti quindi, si sono abituati ad essere in lockdown naturale; io per esempio lo sono da almeno 25 anni.

Qual' è il ruolo dell'artista nei confronti della propria opera?
Quello di un padre che mette al mondo dei figli.

Quali prospettive evolutive prevedi nella tua ricerca?
Be', quelle che mi porta la vita. La ricerca dell’arte è tutta evolutiva, e non esistono artisti moderni, storici o classici. Ogni artista è stato contemporaneo mentre viveva e la sua ricerca era quella.

Ci vuoi parlare di qualcosa in particolare del tuo fare arte?
Faccio arte come respiro, faccio arte come mangio, a volte faccio arte come mi arrabbio. A volte faccio arte per tenerezza, a volte faccio arte per ribellione e spesso la faccio per poesia.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto!

Change privacy settings