Prenotazioni sanitarie, call center e uffici: appalto, con fondi Asrem, da 7 milioni e mezzo di euro

Valutazione attuale: 3 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella inattivaStella inattiva
 

Offerte entro la fine di settembre, apertura delle buste il 7 ottobre. Il servizio richiesto per i prossimi 4 anni, con la possibilità di una eventuale proroga di 12 mesi


CAMPOBASSO. Il termine ultimo per le offerte scade il 30 settembre, alle 10. Il 7 ottobre poi saranno aperte le buste relative all’appalto per la realizzazione di un sistema regionale di gestione delle agende e delle prenotazioni sanitarie (Cup unico Regione Molise) con correlati servizi di call center, front office e back office.

In sintesi, il servizio che gestirà per i prossimi 4 anni, con la previsione di un rinnovo di 12 mesi, il sistema di gestione delle prenotazioni del servizio sanitario con con operatori telefonici ma anche con personale presente negli uffici di riferimento.

E’ l’Asrem che, attraverso la Centrale unica di Committenza, mette in palio 7 milioni e 508 mila euro più Iva, per un appalto pubblico in un unico lotto. Un bando già fatto ad inizio anno ma poi revocato in attesa del nuovo Piano nazionale per le Liste d'attesa.

Ma, quello del centro unico di prenotazioni, dovrebbe essere di un servizio già realizzato dalla società in house della Regione Molise, la Molise Dati: sul sito della società è ancora annoverato fra le decine di attività afferenti al sistema sanitario regionale di cui la stessa si occupa.

La Molise Dati, come è noto, ha attraversato un periodo non propriamente favorevole sia sotto il profilo finanziario che rispetto alle molteplici attività di cui dovrebbe occuparsi ma che invece sono state assegnate a società esterne. E solo due anni fa, nell'ottobre del 2017, rispetto al progetto ‘Cup Unico Regione Molise’ inserito nel piano attuativo dell’Agenda Digitale per la Salute e finanziato con fondi Por 2014-2020, il Movimento 5 Stelle (con Antonio Federico e Patrizia Manzo) aveva alzato la voce contro il governo Frattura proprio per l’esclusione, dal progetto stesso, della società in house della Regione Molise.

Il ruolo centrale della Molise Dati, auspicato di recente anche dai magistrati della Corte dei Conti nel corso del giudizio di parificazione del Bilancio regionale e ribadito dall’Esecutivo Toma a più riprese, dovrebbe essere già stato ripristinato alla luce della composizione del nuovo Consiglio d’Amministrazione e dell' incremento della dotazione economica a supporto delle attività della società anche se, a quanto è dato sapere, la convenzione non sarebbe stata ancora stipulata.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

 

Politica

Altri Articoli

Cronaca

Altri Articoli

Cultura

Altri Articoli

Meteo

Altri Articoli

Sport

Altri Articoli

Lavoro

Altri Articoli

ECONOMIA e FINANZA

Altri Articoli
Change privacy settings