Si inchioda i genitali per protesta

Si inchioda i genitali per protesta

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Situazione fuori controllo: necessario l'intervento del 118


Si è inchiodato lo scroto a uno sgabello, al punto da richiedere l'intervento del 118 per la rimozione del chiodo di ferro.

Violento atto di autolesionismo da parte di un uomo detenuto nel carcere di Pescara. Una protesta per denunciare le condizioni di disagio in cui si è costretti a vivere, causa un sovraffollamento quasi da record: 408 persone in carcere a fronte di una capienza per 270. Come riporta il sito web del Messaggero il segretario regionale dell'Unione sindacati di polizia penitenziaria, Sabino Petrongolo, il personale è in stato di agitazione dal maggio scorso. Le tre sezioni più grandi hanno 80 detenuti ognuna e spesso c'è un solo agente di custodia a fronteggiare la situazione o, peggio, a dover tenere sotto controllo anche più reparti insieme.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Privacy Policy