Sequestro di persona aggravato, dal Senato via libera al processo per Salvini

Sequestro di persona aggravato, dal Senato via libera al processo per Salvini

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Il voto sul caso Gregoretti/ Urne aperte fino alle 19. La Lega esce dall’aula, non partecipando al voto


Autorizzazione a procedere nei confronti di Matteo Salvini sul caso Gregoretti. L’ex Ministro dell’Interno è accusato dal Tribunale dei ministri di sequestro di persona aggravato, per aver impedito per quattro giorni lo sbarco dei 131 migranti tratti in salvo dalla nave della Marina militare ‘Gregoretti’ lo scorso luglio nel Mediterraneo.
Bocciato, dunque, l'ordine del giorno presentato da Forza Italia e Fratelli d'Italia che mirava a dire "no" al processo. I senatori della Lega hanno lasciato l’Aula, non partecipando al voto.

Le urne resteranno aperte fino alle 19 e solo allora sarà ufficializzato l’esito dello scrutinio. Tuttavia, il leader del Carroccio ha già commentato: "Lo sapevo. Sono assolutamente tranquillo e orgoglioso di quello che ho fatto. E lo rifarò appena tornato al governo”.

In realtà, sul rinvio a giudizio di Salvini, dopo il pronunciamento del Senato, non vi sarebbe matematica certezza. Gli atti – come spiega la giornalista Alessandra Ziniti su repubblica.it – tornano adesso al procuratore di Catania Carmelo Zuccaro, che nei mesi scorsi si era espresso contro il processo. Nasce così l’interrogativo: la procura catanese può ancora chiedere l’archiviazione o è vincolata alle decisioni del Tribunale dei ministri e quindi a procedere con la formulazione dei capi di imputazione? La seconda ipotesi sarebbe quella più accreditata. E in tal caso a decidere sul processo o su un eventuale proscioglimento sarà, entro l’estate, il presidente dell’ufficio gip Nunzio Sarpietro.

 

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, invia al numero 3288234063 un messaggio con scritto “ISCRIVIMI”. Ricordati di salvare il numero in rubrica! Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale 

 

Privacy Policy