Coronavirus, scoperta in Italia la mutazione genetica che lo ha reso pericoloso per l'uomo

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

La sequenza che ha permesso al microrganismo di passare dagli animali all’uomo è stata ricostruita da un team di ricercatori dell’Università Campus Bio-medico di Roma


Sono stati gli scienziati dell’Università Campus Mio-medico di Roma a ricostruire la sequenza genetica che ha trasformato il coronavirus degli animali in un virus in grado di colpire l’uomo. In particolare, - riferisce TgCom24 – è stato il gruppo di statistica medica ed epidemiologia molecolare diretto da Massimo Ciccozzi e il primo autore è lo studente Domenico Benvenuto.

Lo studio, accessibile online e in via di pubblicazione sul Journal of Clinical virology, analizzando la catena di geni che compone il virus, è stato in grado di scoprire la mutazione che ha dato vita al cosiddetto "salto di specie", cioè al cambiamento che ha permesso a un virus tipico degli animali, in particolare dei pipistrelli, di diventare pericoloso per gli esseri umani. A trasformarsi sarebbe stata la proteina di superficie chiamata ‘spike’. E la mutazione sarebbe avvenuta tra il 20 e il 25 novembre. 

 

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, invia al numero 3288234063 un messaggio con scritto “ISCRIVIMI”. Ricordati di salvare il numero in rubrica! Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale  

 

Change privacy settings