In isolamento perché positivo al coronavirus, scappa dall’ospedale: denunciato

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

È accaduto a Como. Un paziente 71enne, sentitosi meglio, ha preso un taxi ed è tornato nella sua casa nella Bergamasca. Il tassista si è messo in quarantena


Affetto da coronavirus, era ricoverato nel reparto malattie infettive dell’ospedale Sant’Anna di Como. Sentitosi meglio, ha preso il primo taxi ed è fuggito per tornare a casa, a Casnigo nella Bergamasca. È stato denunciato dai carabinieri.

Protagonista dell’episodio un 71enne che ieri, - riferisce TgCom24 – dopo il controllo di primo mattino, ha preso le sue cose e se ne è andato. Quando in ospedale si sono accorti della sua assenza, durante il giro di visite, hanno avvisato i carabinieri.
I militari di Bergamo sono così andati nella sua abitazione e, trovandolo lì, gli hanno contestato l’inosservanza ai provvedimenti dell'autorità. Il tassista che, ignaro, lo ha accompagnato a casa ha deciso di mettersi in auto quarantena e sta valutando, a sua volta, di sporgere denuncia.

 

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, invia al numero 3288234063 un messaggio con scritto “ISCRIVIMI”. Ricordati di salvare il numero in rubrica! Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale 

 

Change privacy settings