Crolla la Borsa, -17 per cento per Piazza Affari: la crisi del coronavirus continua

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Mercati delusi dalle misure annunciate dalla Bce, considerate non abbastanza aggressive per contenere le ricadute dell'emergenza sanitaria ed economica


Se i contagi salgono, le Borse crollano. In picchiata Piazza Affari, che chiude a -16,92%, la peggiore giornata della sua storia recente, con cali superiori a quelli registrati dopo la Brexit (-12,48% per Piazza Affari) o il crack di Lehman Brothers (-8,2%). Un crollo dovuto all'evidente freddezza con cui sono state accolte le parole del vertice Bce Christine Lagarde, che ha annunciato l'innalzamento del Quantitative easing, con un piano di acquisti netti aggiuntivi di 120 miliardi di euro per il 2020 e un taglio della crescita dell'anno a 0,8%, che raggiungerà l'1,3% nel 2021, nonché lanciato anche una nuova tranche di maxi-prestiti alle banche per fornire 'immediato sostegno alla liquidità del sistema finanziario'. Londra ha concluso con uno scivolone del 10,9%, Parigi e Francoforte con identico ribasso del 12,2%. Dall'inizio dell'emergenza coronavirus, Piazza Affari ha perso il 41%. Tra i titoli principali di Milano, come riferisce l'Ansa, Atlantia, Leonardo e Poste hanno perso il 22%, Enel il 19%, Eni, Mediobanca e Tim il 18%, Fca e Intesa il 17%. Tutte le banche hanno sofferto la forte tensione sui titoli di Stato italiani.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, invia ISCRIVIMI al numero 3288234063 e salvalo in rubrica

 

 

 

Change privacy settings