Coronavirus, stretta sull’autocertificazione: bisogna dichiarare di non essere positivi

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Ecco tutte le nuove misure, relative anche agli obblighi di quarantena. Chi viola le disposizioni rischia fino a 12 anni di carcere per ‘concorso in epidemia’


Online da oggi il nuovo modulo da utilizzare per le autodichiarazioni necessarie per gli spostamenti. Il documento contiene una nuova voce con la quale l'interessato deve autodichiarare di non essere soggetto agli obblighi previsti dalla quarantena per chi è stato trovato positivo al coronavirus o per chi è entrato in contatto con una persona contagiata. Lo rende noto il ministero dell'Interno.

Il modulo aggiornato si può scaricare dal sito del ministero dell'Interno. C'è una ulteriore novità: oltre ad essere compilato, dovrà essere controfirmato al momento del controllo dalle forze dell'ordine che avranno accertato l'identità del cittadino. Questo per evitare di dovere allegare fotocopie di documenti. Le autocertificazioni verranno poi, come sempre, verificate successivamente dalle forze dell'ordine.

L'integrazione riguarda insomma il divieto assoluto di uscire di casa per chi è in quarantena: è stata inserita in seguito alle numerose violazioni in tal senso. Si ricorda che vìola gli obblighi della quarantena rischia fino a 12 anni di carcere per "concorso in epidemia".

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale 

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti 

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, invia ISCRIVIMI al numero 3288234063 e salvalo in rubrica!

Change privacy settings