Coronavirus, il dramma della violenza contro le donne di cui non si parla. Al via la campagna #Liberapuoi

Coronavirus, il dramma della violenza contro le donne di cui non si parla. Al via la campagna #Liberapuoi

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Per contrastare il virus silenzioso e parallelo che corre in questi giorni di quarantena e di isolamento all’interno delle mura domestiche, il Dipartimento alle Pari Opportunità del governo, ha annunciato l’iniziativa informativa a supporto del numero 1522 attivo h24


Con l’attenzione dell’opinione pubblica rivolta quasi completamente all’emergenza Covid-19, si sta sottovalutando l’esistenza di un altro virus, altrettanto pericoloso, che rischia di scatenare l’inferno in particolare dentro le mura domestiche. 

E’ quello della violenza contro le donne, fenomeno  che in Italia preoccupa da sempre ma che ora viene aggravato indirettamente dalle misure restrittive in atto nel Paese per contenere il rischio del contagio da Covid-19. Il distanziamento sociale obbligatorio che spesso diventa anche isolamento da tutto, in molte famiglie sta creando problemi di natura psicologica che necessiterebbero di essere gestiti e superati con un adeguato supporto professionale. In assenza di ciò lo sbocco diretto della frustrazione per i soggetti più deboli diventa spesso l’accanimento contro chi ti sta più vicino. E’ inutile negare che il rischio maggiore ricade proprio sulle donne, mogli e madri con bambini da dover gestire in casa, per effetto della sospensione delle attività scolastiche, senza la possibilità di poter chiedere aiuto ad altri familiari.
Purtroppo ci sono i dati che lasciano poco spazio alle interpretazioni. Nelle ultime due settimane le chiamate ai centri antiviolenza e anche le segnalazioni alle forze dell’ordine si sono pressoché dimezzate. Si registra un silenzio inquietante, al pari di quello che domina nelle città deserte.

Per contrastare questa emergenza e tentare di scalfire la paura e l’omertà imposte, il Dipartimento alle Pari Opportunità del governo ha lanciato la nuova campagna social “Libera puoi”, a sostegno delle donne vittime di violenza al tempo della pandemia da Covid19. L’obiettivo è promuovere il numero 1522, attivo h24, e far conoscere l’app "1522", disponibile su IOS e Android, che consente alle donne di chattare con le operatrici e chiedere aiuto e informazioni in sicurezza, senza correre il rischio ulteriore di essere ascoltate dai loro aggressori.

A supporto della campagna di informazione, è stato ideato uno spot in collaborazione con la Casa delle Donne e con Giulia Minoli , che si avvale del supporto di numerose personalità del mondo dello spettacolo.  Un contributo dato con la speranza che quanto prima si riesca tornare alla normalità per limitare conseguenze ancor più gravi.

Davide Vitiello

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale 

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti 

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, invia ISCRIVIMI al numero 3288234063 e salvalo in rubrica!

Privacy Policy