Coronavirus, prima infezione umana a settembre 2019: casi italiani da Germania e Singapore

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

L’esito di uno studio dell'Università di Cambridge, che tende a confermare l’ipotesi dell’esistenza di tre ceppi del virus


Serrati gli studi degli scienziati di tutto il mondo sul Covid-19, per conoscere al meglio il nemico da battere.

Ed è così che l’ipotesi dell’esistenza di tre ceppi di virus, già ventilata nei mesi scorsi (leggi qui), trova conferma anche nelle ricerche degli esperti dell’Università di Cambridge, i cui esiti sono stati pubblicati sulla rivista dell’Accademia americana delle scienze (Pnas) e rilanciati dal Messaggero.

I primi casi italiani del nuovo coronavirus, secondo tale studio, non sono stati importati dalla Cina, bensì da Germania e Singapore.
Nella sostanza, i ceppi diffusi sul globo sono così organizzati: la variante A, quella primordiale nata in Cina e diffusa in America e Australia; la variante B, sviluppatasi grazie a due mutazioni chiave e diffusa nell'Asia orientale; infine la variante C, derivazione della B che ha conquistato Europa, Singapore, Hong Kong e Corea del Sud.

A dimostrare tale tesi – si legge sul Messaggero - il sequenziamento dei primi 160 genomi virali completi ottenuti da pazienti Covid di tutto il mondo tra il 24 dicembre e il 4 marzo.
Ma non è tutto: i ricercatori ritengono che la prima infezione umana si sarebbe verificata tra la metà di settembre e l'inizio di dicembre 2019. Per risalire alle origini della pandemia hanno fatto ricorso a un algoritmo matematico finora utilizzato esclusivamente dai paleoantropologi per ricostruire gli spostamenti delle popolazioni preistoriche.

“Ci sono troppe mutazioni repentine per tracciare in modo ordinato l'albero di famiglia di Covid-19: per questo abbiamo usato un algoritmo matematico che permette di visualizzare tutti i possibili alberi contemporaneamente - spiega il genetista Peter Forster - La rete che abbiamo ricostruito è un'istantanea degli inizi dell'epidemia, prima che il cammino di Covid19 venisse confuso da un ampio numero di mutazioni. È come cogliere una supernova che sta per esplodere”.

 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, invia ISCRIVIMI al numero 3288234063 e salvalo in rubrica!

Change privacy settings