Coronavirus, liquidità alle imprese: “I soldi si ottengono in un giorno”

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Parola del presidente dell’Abi, in riferimento al tetto di 25mila euro. Per prestiti più importanti manca ancora la piattaforma Sace




Importanti dichiarazioni del presidente dell’Associazione bancari italiani Antonio Patuelli in vista del via, domani, alle domande da parte delle piccole e medie imprese per l’ottenimento di liquidità in questa fase di emergenza sanitaria.

"Se l'imprenditore porta le carte che il decreto legge impone e completa la domanda, - ha affermato in una intervista rilasciata a TgCom24 e rilanciata dall’Ansa - in una giornata si ottengono. Sempre se non si rompono i computer (abbiamo già visto con l'Inps che si sono bloccati perché quando si immettono tante domande anche i computer più grossi nazionali possono avere dei problemi) e se non ci sono intoppi, l'operazione è studiata per ottenerli in una giornata".
Il riferimento e al tetto dei 25mila euro di liquidità garantita al 100% dallo Stato. Sopra tale soglia, invece, "ci sono documenti da fornire, delibere da assumere perché la garanzia dello Stato non è al 100% e la Sace – ha aggiunto - non ha ancora, speriamo lo faccia presto, fornito la piattaforma informatica e i codici per inviare le domande di garanzia. Confidiamo – ha concluso - che Sace ce la dia nei prossimi giorni”.

 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale 

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, invia ISCRIVIMI al numero 3288234063 e salvalo in rubrica!

Change privacy settings