Reddito di emergenza: da 400 a 800 euro, ecco chi può richiederlo

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Le disposizioni del Decreto Rilancio prevedono l’invio delle domande entro giugno


ROMA. Non è la prima volta che si parla del Reddito di emergenza per affrontare la crisi economica post-coronavirus. Ieri, con il decreto Rilancio varato dal governo Conte, si è definitivamente introdotta la misura per i più poveri: due mensilità da 400 euro per i single e 800 euro per le famiglie. Il testo prevede che il percettore invii una domanda all’Inps entro la fine di giugno. I requisiti sono: un Isee sotto i 15 mila euro, reddito famigliare di aprile 2020 sotto la soglia del Rem, soldi in banca fino a 10 mila euro per un single e 20 mila euro per la famiglia, residenza in Italia senza però il vincolo dei 10 anni che esclude molti migranti dal Reddito di cittadinanza.

Il Rem non è cumulabile con altre indennità - nemmeno con il reddito di cittadinanza - ed è concepito per aiutare concretamente “chi oggi è senza sostegno e non riesce a mettere il cibo a tavola per sé e per i propri figli, e arriva fino a 840 euro per i nuclei che hanno al loro interno parenti disabili o non autosufficienti”, come ha ha ricordato ieri la ministra del Lavoro Nunzia Catalfo.

La misura sarà erogata dall’Inps in due quote, ciascuna pari all’ammontare di 400 euro.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, invia ISCRIVIMI al numero 3288234063 e salvalo in rubrica!

Change privacy settings