Distrugge a colpi d’ascia e bastone il centro d’accoglienza: arrestato nigeriano fuori controllo

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

L’uomo, un 27enne, è stato fermato non senza difficoltà dai carabinieri. Accade a Casale Monferrato. Era già stato in carcere a Vercelli. Altri episodi di violenza che coinvolgono migranti sono accaduti a Pomaro


CASALE MONFERRATO. Un uomo di 27 anni è stato arrestato dai carabinieri della Compagnia di Casale Monferrato, guidata dal capitano Christian Tapparo, per violenza privata, atti persecutori e tentata estorsione. Come riporta La Stampa, l'uomo, originario della Nigeria, in Italia senza fissa dimora, ora si trova in carcere a Vercelli. Era uscito da pochi giorni dalla stessa struttura penitenziaria, dove si trovava dal gennaio dello scorso anno quando fu arrestato in seguito a una serie di episodi violenti: aveva preso di mira una cooperativa monferrina, dove aveva lavorato per un certo periodo, dando vita a un pomeriggio di fuoco: armato con un'ascia e un bastone costrinse i militari dell'arma ad intervenire in forze. Era poi stato arrestato dalla Polizia ed era finito in carcere.

Pochi giorni fa, uscito dalla struttura detentiva, si è nuovamente recato nella sede della cooperativa con l’intenzione di fare il bis. Sul posto i carabinieri della stazione di Ticineto e altre due pattuglie di rinforzo, che - seppur a fatica – hanno bloccato e condotto l’uomo in Compagnia, dove è scattato l'arresto nel tardo pomeriggio di venerdì 22 maggio.

Poche ore dopo, i carabinieri di Ticineto sono intervenuti per un altro caso: una violenta lite in un centro di accoglienza di Pomaro. Secondo RadioGold.it tutto sarebbe nato da un battibecco tra un 26enne e un 29 enne, entrambi nigeriani. Il primo ha tirato un oggetto contro il compagno, sembrerebbe un’aspirapolvere, e ne è nata una colluttazione furibonda che stava per degenerare ulteriormente. Sul posto si sono quindi precipitati i militari che hanno rimesso a posto le cose e denunciato l’aggressore - che nel frattempo era fuggito in bici, salvo poi tornare nel centro. L’uomo colpito dal rivale non ha riportato gravi conseguenze.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, invia ISCRIVIMI al numero 3288234063 e salvalo in rubrica!