Turismo, per gli italiani solo microvacanze: paura del contagio e tasche vuote

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Lʼindagine di Confturismo e Confcommercio che lanciano l’allarme e chiedono interventi dal Governo. Intanto l’Austria prospetta l’apertura dei confini al Belpaese


Dati drammatici sul turismo in Italia. Emergono da un’indagine condotta da Confturismo e Confcommercio, secondo cui tra paura del contagio e difficoltà economiche si concederà le vacanze, tra giugno e agosto, solo il 48% dei cittadini, al fronte del 70% dello scorso anno.
Ma non si tratterà di lunghe villeggiature, bensì di microvacanze: troppo forti i timori legati al virus e troppo vuote le tasche. Con uno dei settori fondamentali per il Belpaese che ne esce con le ossa rotte, con gravi conseguenze per l’intero indotto: negozi, ristoranti e bar in primis.

Tra le mete preferite – riporta TgCom - il mare, scelto dal 49%, e la montagna, percepita come più sicura dai turisti, in crescita rispetto al 2019 dal 18 al 23%. Effetto contrario per le città d’arte, stabili da aprile al 17% ma 9 punti sotto rispetto allo scorso anno. Solo il 15% degli intervistati visiterà musei, monumenti e mostre in vacanza, contro il 37% del 2019. Non sarà quindi l’estate del turismo culturale. Luca Patanè, presidente di Confturismo, lancia così l'allarme: "La situazione è drammatica. Serve assolutamente un intervento del Governo".

Nel frattempo, l'Austria – il cui governo era in trattativa con Roma - prospetta l'apertura del confine con l'Italia a partire da metà giugno, "qualora l'andamento epidemiologico lo consentirà", in concomitanza con la ripresa della libera circolazione con gli altri Paesi confinanti. Una notizia riportata dall’Ansa. Se così non fosse, Vienna valuterebbe almeno la ripresa degli spostamenti con le regioni italiane che possono vantare dati positivi.

 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale 

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, invia ISCRIVIMI al numero 3288234063 e salvalo in rubrica!