Nuovo allarme dalla Cina, pericolo peste suina: sequestrate 10 tonnellate di carne

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Il blitz della guardia di finanza di Padova scattato nella notte in un magazzino all’ingrosso di generi alimentari


Maxi sequestro nella notte ad opera della La guardia di finanza di Padova. Dieci tonnellate di carni di maiale, provenienti dalla Cina e introdotte nell'Unione europea in violazione delle norme vigenti, sono state scoperte e recuperate in quanto considerate potenzialmente contaminate dalla cosiddetta peste suina e, dunque, ritenute dai sanitari dell'Ulss 6 Euganea pericolose. Un rischio talmente serio che – si apprende da TgCom24 – si è deciso di non procedere all'analisi della carne, optando per l’immediato incenerimento del prodotto.

Il blitz è scattato in un magazzino all'ingrosso di generi alimentari dove gli addetti stavano scaricando merce da un camion proveniente dall'Olanda: si trattava appunto di 9.420 kg di carne suina di origine cinese importati nell'Unione Europea in violazione delle normative doganali e sanitarie. Sequestrata anche anche l'attività commerciale di riferimento per gravi e reiterate irregolarità.

Ulteriori dettagli dell'operazione saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa di scena presso il Comando della guardia di finanza di Padova, presieduta dal procuratore Antonino Cappelleri.

 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto!                                                                                               

Change privacy settings