Insegue e uccide la sorella perché fidanzata con un trans: “Era stata infettata”

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Il 25enne autore del delitto è finito in carcere per omicidio preterintenzionale e violenza privata aggravata dall'omofobia. L'agghiacciante ricostruzione della vicenda


CAIVANO. Il delitto d’onore è stato abrogato 40 anni fa, ma per Michele Antonio Gaglione, 25 anni, la sorella “era stata infettata” e meritava quindi una “lezione”. L’uomo è stato fermato per la morte di Maria Paola Gaglione, 22 anni, sua sorella appunto, a Napoli. Inizialmente rispondeva di lesioni personali, morte come conseguenza di un altro delitto e violenza privata, ma la sua posizione si è aggravata e il 25enne è finito in carcere per omicidio preterintenzionale e violenza privata aggravata dall'omofobia.

Secondo la ricostruzione dei fatti riportata da ‘Il Mattino’ e da ‘Il Fatto Quotidiano’, il giovane ha inseguito per parecchi minuti la sorella che era in corsa sullo scooter con il compagno, un uomo trans. Poi, in una curva in via Etruschi, ad Acerra, il mezzo con a bordo le due ragazze, colpito dalla furia di Gaglione, ha perso aderenza finendo fuori strada. Maria Paola è finita su un tubo per l'irrigazione, che le ha tranciato la gola. Ciro, il compagno, è stato più fortunato: è finito sul selciato e in una cunetta. È ora ricoverato in ospedale.

Gaglione, disoccupato, residente al Parco Verde di Caivano, dopo aver speronato i due e averli fatti uscire fuori strada, ha aggredito Ciro pestandolo mentre la sorella era ormai morta. Si è fermato solo quando la vittima della sua furia gli avrebbe gridato: “Maria Paola non si muove... aiutiamola”. Gaglione, accortosi che la sorella non respirava più, è crollato a terra. È stato arrestato poco dopo. Ai carabinieri ha dichiarato di non aver agito per uccidere, ma per lanciare un messaggio: “Ho fatto una str*****a. Non volevo uccidere nessuno, ma dare una lezione a mia sorella e soprattutto a quella là (Ciro, NdR) che ha ‘infettato’ mia sorella che è stata sempre ‘normale’”.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto!

Change privacy settings