Coronavirus, esperti: "Ci adatteremo come ci siamo adattati all’Hiv"

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Sull’origine del virus gli scienziati non escludono che sia stato creato in laboratorio


“Non solo il Covid, ma in passato anche l'HIV e l’HCV sono stati esempi di quello che sembrava essere inizialmente ingestibile, ma poi si dimostra gestibile, grazie anche al valore delle persone che lavorano in sanità e nelle università. Con i nuovi antivirali sembrava che il sistema crollasse, ma poi in realtà il sistema ha tenuto e i pazienti adesso sono curati e non muoiono più per l'HIV. Così accadrà anche con il Covid” Lo ha dichiarato Anna Maria Cattelan, Direttore Uoc Malattie Infettive dell’azienda ospedaliera universitaria di Padova, nel corso dell’evento “Summer School 2002” organizzato da Motore Sanità.

Nell’occasione Giorgio Palù, docente di microbiologia e virologia, si è soffermato su un altro aspetto importante, riguardante l’origine del Covid. “Ci sono al momento – ha spiegato - due ipotesi sulla genesi del virus: la prima che derivi dal laboratorio BL-4 di Wuhan dove venivano effettuati esperimenti sul coronavirus del pipistrello, l’altra è che sia naturale.

Se il virus fosse naturale, ci dovrebbe essere un ospite intermedio che non abbiamo ancora trovato. L’ipotesi del laboratorio è al vaglio di un consorzio di virologi internazionali che sta valutando tutte le sequenze depositate di coronavirus animali e umane.

Va detto che il virus umano ha alcune sequenze genomiche che non si trovano nel virus del pipistrello né in quello del pangolino.” La vera sfida alla quale gli scienziati stanno lavorando è comprendere proprio le dinamiche che hanno originato la pandemia.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, invia ISCRIVIMI al numero 3288234063 e salvalo in rubrica!

 

Change privacy settings