Coronavirus, con mascherine e distanza giù di mille volte la carica virale: lo studio

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

La ricerca effettuata all’Ospedale Sacro Cuore Don Calabria di Negrar su 400 casi evidenzia la riduzione della gravità della malattia nei casi in cui si seguono le due principali regole di prevenzione


Mascherine e distanziamento abbassano di mille volte la carica virale del Covid. Questo quanto emerge da uno studio dell'Irccs Ospedale Sacro Cuore Don Calabria di Negrar (Verona) pubblicato su Clinical Microbiology and Infection e rilanciato da TgCom24.

In esame circa 400 casi di SarsCoV-2 registrati fra marzo e maggio 2020, da cui è emerso come “al diminuire dell'esposizione al contagio, la carica virale dei pazienti arrivati in Pronto Soccorso si è ridotta fino a essere mille volte inferiore rispetto a marzo”.

“In parallelo, - si legge ancora su TgCom - si è ridotta anche la gravità della malattia”. L'indagine, sulla base di dati clinici presi da un ampio campione, confermerebbe “l'importanza di contenere l'esposizione al contagio indossando le mascherine e mantenendo il distanziamento fisico. Abbassare la trasmissione del virus serve dunque anche a ridurre la carica virale con cui si può venire a contatto, diminuendo così la probabilità di comparsa di una malattia con manifestazioni cliniche gravi”.

 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale 

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto!

 

Change privacy settings