Il sesso al tempo del coronavirus: la paura di ammalarsi uccide la libido

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Lo dice la scienza: gli studi dimostrano come la pandemia stia incidendo sui rapporti a due. In calo anche le nascite


Il sesso al tempo Covid? Complicato. A dirlo è la scienza che evidenzia come la paura di ammalarsi, ma anche le incertezze sul futuro stanno incidendo sui rapporti a due. A riferirlo, come riporta Tgcom 24, è Roberta Rossi, presidente nazionale della Federazione nazionale di sessuologia, intervenuta al Festival della salute, per parlare degli effetti del Coronavirus sulla sessualità.

"L'amore ai tempi del Covid ha perso l'entusiasmo - ha detto l'esperta - non credo ci sarà il baby-boom come molti avevano previsto con l'obbligo di stare in casa per il lockdown, perché quando non siamo tranquilli ne risente anche la nostra sfera sessuale. Nella situazione specifica poi, con lo stato d'animo turbato dall'incertezza, in pochi se la sentono di mettere al mondo un figlio. Forse l'aumento delle nascite ci sarà quando si tornerà alla normalità dopo aver sconfitto il virus".

Secondo Roberta Rossi inoltre la convivenza forzata 24 ore su 24, "se per alcune coppie è stata la riscoperta dello stare insieme, ha rinforzato l'intimità e la vicinanza, per molti altri è invece risultata molto difficile. La difficoltà della convivenza forzata, la mancanza di rapporti sociali e le preoccupazioni hanno acuito situazioni di tensione e la scintilla del desiderio s'è spenta".

Inoltre, una recente ricerca compiuta da Durex insieme ad Anlaids, associazione italiana che si batte contro la diffusione dell’Aids, ha studiato come la pandemia abbia cambiato il rapporto degli italiani con il sesso dopo il lockdown. Secondo gli autori dello studio un ruolo importante ha giocato lo stress della pandemia, che ha inibito la libido. Tra gli altri fattori emersi sono presenti la paura del contagio, la presenza di bambini in casa e l’obbligo di distanziamento sociale. Il dato che emerge su tutti è che gli italiani in quarantena hanno fatto meno sesso: l'indagine ha riguardato 500 persone tra i 16 e i 55 anni.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui  e salva il contatto! 

Change privacy settings