Prostituta uccisa in casa, fermato il killer: in carcere un clandestino egiziano

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Svolta nelle indagini sull’omicidio di una 45enne assassinata lo scorso aprile



Svolta nelle indagini sull’omicidio di una prostituta 45enne, soffocata nel suo appartamento di San Giuliano Milanese lo scorso 28 aprile. La polizia non ha dubbi: a ucciderla è stato un 25enne egiziano irregolare. Il giovane è stato arrestato.

Come riferisce Tgcom 24, le indagini sono state rese complicate dal lockdown che, di fatto, ha ritardato gli accertamenti autoptici. Secondo quanto scoperto dagli inquirenti, il giovane quel giorno aveva concordato con la vittima l'appuntamento al telefono e via WhatsApp.

Dopo essersi recato nell'appartamento della donna, ne è uscito dopo una ventina di minuti ed è rientrato a casa a San Giuliano. Il 25enne non avrebbe consumato la prestazione sessuale: avrebbe aggredito la donna al culmine di una discussione e l'avrebbe soffocata stringendole il collo, senza però lasciare alcune segno evidente sulla pelle.

La scoperta dell’omicidio è avvenuta il giorno successivo. Un amico, preoccupato perché la donna non rispondeva al telefono, si è recato nel suo appartamento trovandola riversa sul pavimento della cucina. L'autopsia ha rilevato la "rottura bilaterale dei cornetti tiroidei dovuta ad asfissia meccanica da compressione violenta", facendo scattare le indagini. 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale 

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti 

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto!

Change privacy settings