Covid, Natale ‘blindato’: 70mila agenti sulle strade e autodichiarazione per gli spostamenti

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

La circolare inviata ai prefetti approfondisce alcuni punti relativi all’ultimo Dpcm varato per contrastare l’emergenza coronavirus. Poche le eccezioni



Controlli capillari sulle strade e sarà necessaria l’autodichiarazione per chi vuole raggiungere parenti o amici soli e non autosufficienti. L’obiettivo è naturalmente quello di scongiurare spostamenti ingiustificati a Natale, ma anche nel giorno di Santo Stefano e di Capodanno.

Diversi gli aspetti che sono stati approfonditi, in merito all’ultimo Dpcm, nella circolare del Viminale indirizzata ai prefetti.  In vista delle feste natalizie, riferisce Tgcom 24, il Ministero dell’Interno ha varato la stretta, con un dispiegamento di 70mila agenti ai quali si aggiungono anche i militari già impegnati nell'operazione Strade Sicure. Il tutto, però, "con senso di equilibrio", come ha spiegato il ministro Luciana Lamorgese, invitando gli italiani alla "responsabilità" per non ripetere l'esperienza "non positiva" della scorsa estate.

In generale, sarà dunque un Natale blindato, con i riflettori dei controlli alle "principali arterie di traffico e sui vari nodi delle reti di trasporto" sul rispetto delle norme e delle limitazioni che riguardano gli spostamenti tra Regioni dal 21 dicembre al 6 gennaio e, tra i Comuni, nelle giornate di Natale, Santo Stefano e Capodanno. Le aree di maggiore affollamento "in cui si possono verificare fenomeni di inosservanza, anche involontaria, delle misure di distanziamento interpersonale" saranno sorvegliate speciali.

Si vigilerà sugli spostamenti ma nell'autodichiarazione, tra "le situazioni di necessità", sarà possibile inserire "l'esigenza di raggiungere parenti o amici non autosufficienti, allo scopo di prestare ad essi assistenza, secondo quanto già chiarito in apposita Faq pubblicata sul sito web del governo". Confermata, infine, la sospensione delle mostre e la chiusura dei musei mentre resteranno aperte biblioteche e archivi, ma solo su prenotazione.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale 

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti 

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto!

Change privacy settings