Coronavirus, vaccino 'Moderna' potrebbe proteggere fino a due anni. Prime dosi a giorni in Italia

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Nei prossimi tre mesi, giungeranno in Italia 1,3 milioni di dosi Moderna, con cadenza settimanale: prime dosi dalla prossima settimana per complessive 100mila a gennaio, 600mila a febbraio e 600mila a marzo


Il vaccino Moderna dovrebbe proteggere contro il Covid fino a due anni. Lo ha detto l'amministratore delegato dell'azienda produttrice del farmaco precisando tuttavia che servono altri dati per una valutazione definitiva sulla durata.


“Lo scenario da incubo descritto dai media in primavera sul rischio che i vaccini durassero solo un mese è escluso”, ha detto l'ad di Moderna Stéphane Bancel, secondo quanto riportato dal Guardian e ripreso dal quotidiano “Il Messaggero”.

“Il decadimento degli anticorpi generati dal vaccino ha un andamento molto lento e quindi riteniamo che la protezione possa durare un paio d'anni”.

Ieri l'Agenzia europea del farmaco (Ema) e la Commissione europea hanno dato il via libera al vaccino dell'azienda statunitense Moderna, definito “efficace e sicuro”, dopo l'approvazione lo scorso 21 dicembre di quello di Pfizer-BioNtech.

Dopo l'ok dell'Agenzia italiana del farmaco (Aifa), già dalla prossima settimana è previsto l'arrivo in Italia delle prime dosi di Moderna, della cui distribuzione si occuperanno i militari: il piano della Difesa prevede lo stoccaggio nell'hub nazionale di Pratica di Mare e il trasporto nei vari centri di somministrazione con i mezzi militari.

Complessivamente, nei prossimi tre mesi, giungeranno in Italia 1,3 milioni di dosi Moderna, con cadenza settimanale: 100mila a gennaio, 600mila a febbraio e 600mila a marzo. Con l'autorizzazione condizionata all'immissione in commercio per Moderna da parte della Commissione europea saranno dunque due i vaccini utilizzabili in Europa, in attesa di altre autorizzazioni. Prossima potrebbe essere quella per il candidato vaccino di Oxford/AstraZeneca/Irbm, già in uso in Gran Bretagna.

 Il vaccino Moderna è utilizzabile a partire dai 18 anni di età e nella sperimentazione su circa 30mila soggetti ha dimostrato un'efficacia del 94,1%, Utilizza l'innovativa tecnologia dell'Rna-messaggero, come quello Pfizer, e richiede una doppia dose.

Il vaccino rimane stabile a temperature standard di refrigerazione tra 2 e 8 gradi C per 30 giorni. Inoltre si prevedono condizioni di trasporto e conservazione a lungo termine a temperature standard del congelatore di -20 gradi C per 6 mesi. La stessa azienda rileva come l'Ema abbia assicurato una «valutazione rigorosa e indicazioni dettagliate» e la Commissione Tecnico Scientifica di Aifa si riunirà domani per esaminare il dossier sull'autorizzazione all'immissione in commercio in Italia e definire le modalità di utilizzo nel Servizio sanitario.

 

Change privacy settings