Studio rivela: vaccino Pfizer efficace contro variante inglese e sudafricana

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Buone notizie nell'ambito della campagna mondiale di vaccinazione.


C’è una buona notizia nell’ambito della campagna mondiale di vaccinazione che riguarda anche l'Italie e il Molise. Pfizer e BioNTech hanno annunciato i risultati di uno studio in vitro condotto dalla stessa Pfizer e dalla University of Texas Medical Branch secondo cui gli anticorpi delle persone che hanno ricevuto il vaccino Pfizer-BioNTech contro Covid-19 hanno visto neutralizzata efficacemente la Sars-CoV-2 con una mutazione chiave, la N501Y, che si trova anche in due ceppi altamente trasmissibili come la variante inglese e quella del Sudafrica.

Il comunicato diffuso oggi dalle due aziende cita le due varianti di Sars-CoV.2  che si stanno diffondendo rapidamente e la cui traiettoria è partita da Regno Unito e in Sudafrica.

"Entrambe le varianti - è scritto nella nota - condividono la mutazione N501Y, che si trova nel sito di legame del recettore della proteina spike e si traduce nella capacità della proteina spike del virus di legarsi più strettamente al suo recettore. Sieri umani elicitati con vaccino Pfizer-BioNTech sono coerenti con la neutralizzazione di un pannello di 15 pseudovirus con punte con altri mutazioni riscontrate nei ceppi circolanti di Sars-CoV-2. Questo indica - spiega il comunicato - che la mutazione chiave N501Y, che si trova nel Regno Unito e nel Sud emergenti varianti africane, non crea resistenza rispetto alle risposte immunitarie indotte dal vaccino Pfizer-BioNTech”.

In attesa di ulteriori analisi, questa notizia conforta chi ha già fatto il vaccino Pfizer, ci sono già anche duemila molisani.

 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto!

 

Change privacy settings